Il Gruppo Bianchi al fianco delle imprese nella nuova era 4.0

  Richiedi informazioni / contattami

Le aziende del Gruppo Bianchi, con Bianchi Industrial quale "capofila" e un fatturato di oltre 150 milioni di euro, aiutano le aziende italiane a essere competitive nel nuovo mondo dell'Industria 4.0

Alberto Bianchi, presidente del Gruppo Bianchi e amministratore delegato di Bianchi Industrial
Alberto Bianchi, presidente del Gruppo Bianchi e amministratore delegato di Bianchi Industrial
L'interno del Centro Distribuzione Prodotti di Bresso, esteso per oltre 10.000 mq
L'interno del Centro Distribuzione Prodotti di Bresso, esteso per oltre 10.000 mq
Il Gruppo Bianchi gestisce oltre 200.000 articoli strategici ed essenziali per il funzionamento degli impianti industriali
Il Gruppo Bianchi gestisce oltre 200.000 articoli strategici ed essenziali per il funzionamento degli impianti industriali

La gestione di oltre 200.000 articoli strategici ed essenziali per il funzionamento degli impianti industriali, la forte determina­zione nella specializzazione, l’efficienza logistica, un assortimen­to di prodotti ad hoc e un servizio rapido e personalizzato per ol­tre 10.000 clienti attivi solo  in Italia, “sono  capisaldi del nostro successo” sottolinea Alberto Bianchi presidente del Gruppo. 

Un’azienda specializzata nel settore dei cuscinetti volventi, delle trasmissioni del moto, dell’automazione, dei sistemi di movimen­tazione lineare e dei sistemi di tenuta hi-tech.

Dall’Italia all’Europa

Nel 1996 è iniziata l’espansione internazionale, attraverso una serie di acquisizioni strategiche che hanno portato il gruppo dapprima in Spagna e Portogallo, quindi in Francia e Gran Bre­tagna: un piano di sviluppo orientato alla selezione di società in grado di condividerne il modello di business e le competenze tec­niche e commerciali.

“L’Europa è un insieme di mercati con caratteristiche e culture di­verse. Il nostro obbiettivo è quello di concentrare le nostre attivi­tà e la nostra presenza diretta su quei mercati dove già offriamo un valore reale e tangibile, in termini di specializzazione, all’in­dustria. Come assistere quindi il cliente su altri mercati mante­nendo inalterato il nostro DNA?

Abbiamo avviato una negoziazione esclusiva con altri due distri­butori industriali leader, privati e specializzati, per la creazione di una stabile joint venture che si pone come primo obiettivo il Cliente. Il servizio si aprirà quindi a Germania, Austria e Svizzera con una presenza nell’area Medio Oriente e Africa a supporto dei clienti MRO internazionali con unità produttive in loco”.

La JV prevede la piena collaborazione tra i soci nell’accrescimen­to del know-how tecnico, commerciale e logistico, nella selezione dei prodotti core nonché nella condivisione di investimenti su nuovi territori strategici per l’industria europea.

Le tre società hanno oggi 70 centri operativi di cui 50 in Euro­pa,  un fatturato di oltre 450 milioni di euro e impiegano circa 1.000 dipendenti al servizio di 33.000 clienti, di cui 30.000 in Europa.

“Il focus degli investimenti del Gruppo Bianchi resta così concen­trato sui mercati già presidiati, a cominciare proprio dall’Italia, dove i margini di espansione del business sono sempre interes­santi e la conferma della specializzazione nel nostro settore, es­senziale”.

Strategia mirata

Oggi Bianchi Industrial si rivolge a tre canali: i costruttori, le ma­nutenzioni e la distribuzione locale. “Nel primo ambito garantia­mo un supporto a 360 gradi, sotto il profilo tecnico, commerciale e logistico, a settori di prim’ordine come quelli delle macchine utensili e dell’industria del packaging, dove operano spesso pic­cole e medie aziende altamente specializzate che si avvalgono della nostra assistenza e del nostro servizio. Quello della manu­tenzione per noi è un canale fondamentale perché esprime, in fondo, la nostra filosofia: fornire prodotti e servizi eccellenti just in time, migliorando qualità produttiva e durata degli impianti”.

In un mercato internazionale che tende a polarizzarsi tra distri­butori specializzati e generalisti e che deve affrontare il feno­meno della contraffazione e la presenza di componenti low-cost spesso inappropriati all’utilizzo, Bianchi Industrial mantiene sal­do il timone sulla rotta dell’alta qualità e del prodotto corretto per l’applicazione, conferma Alberto Bianchi presidente del Gruppo.  

“Ai nostri clienti forniamo componenti e sistemi che nonostante la variabile consegne da parte dei produttori, ma grazie ai nostri investimenti negli stock e all’efficienza del nostro sistema logisti­co provengono per oltre il 99%  direttamente dai nostri fornitori partner; questo ci permette di verificarne sempre l’origine e la conformità anche nei rarissimi casi di part-number non program­mabili. In tal modo combattiamo in modo assolutamente efficace il crescente fenomeno della contraffazione, che può avere con­seguenze dannose sulla qualità della produzione, sulla vita degli impianti e per gli stessi utilizzatori. Da maggio 2016 applichiamo su tutte le nostre spedizioni il sigillo BOC (Bianchi Original Com­ponents), che sottolinea e tutela l’origine certa dei componenti che forniamo alla nostra clientela”.

Anche la logistica ha ovviamente un ruolo-chiave. Non a caso il Centro Distribuzione Prodotti di Bresso, oltre 10.000 mq di super­ficie, gestito con tecnologia RFID, è tra le più moderne strutture a livello europeo. Ad esso si affianca un’unità distributiva di ol­tre 2.000 mq a nord di Bologna, oltre alle nostre filiali operative ognuna con un proprio stock profilato ai numerosi cluster indu­striali presenti sul territorio.

Naturalmente, in un contesto sempre più competitivo, la qualità dei prodotti non basta: occorre garantire valore aggiunto. “Dob­biamo fornire prodotti,  servizi  e soluzioni “complesse”;  co­nosciamo profondamente i componenti e le applicazioni ed ab­biamo un approccio sempre più consulenziale nella selezione e applicazione dei prodotti originali e strategici”.

Industria 4.0

La partnership tecnico commerciale sempre più stretta con for­nitori qualificati permette a Bianchi Industrial di offrire l’eccel­lenza nel percorso di evoluzione ormai necessaria alle industrie, capace cioè di garantire al mondo della produzione di fondersi con il mondo digitale, con ricadute positive in termini di auto­mazione, di maggiore efficienza energetica e di migliore gestione dei processi.

Un binomio quello tra Bianchi e i suoi Brand Partner capace di supportare le imprese e di aiutarle ad essere competitive e a cre­scere nella nuova era dell’Industria 4.0.

Pubblicato il 6 Novembre 2017 - (143 views)
Articoli correlati
Distribuzione, monitoraggio e Service di manutenzione
70 anni di successi grazie a flessibilità e ascolto del cliente
Big Kaiser festeggia 70 anni dalla fondazione
Unitec presente alla prossima Euroblech di Hannover
Il gruppo Camozzi investe nell'industria aerospaziale
Workshop gratuiti con Stahlwille
Giravite torsiometrico elettromeccanico con stop tattile
JEFTA, tempistiche e novità dell’accordo tra UE e Giappone
Le 5S del Kaizen
Segmenti lamellari a esecuzione semplice e doppia
Hardware Forum 2018
Accessori per pneumatica e oleodinamica
Cuscinetti orientabili a rulli schermati
Impianti produttivi efficienti
Cuscinetti e unità lineari lubrificati
Componenti meccanici per l'industria
Consulenza applicativa per utensileria
Maschi per materiali specifici
Utensili a mano multiuso
Sistema di tubi e raccordi
Confermarsi un partner affidabile per l’industria di oggi e del futuro
Elettrovalvola per alto vuoto
Distributore non metallico per sistemi di lubrificazione
Analizzatori di ossigeno per l'ottimizzazione della combustione
Tester elettrici senza contatto
Centesimo anniversario di Parker Hannifin
Multimetro con tecnologia Igm
Gateway Modbus per comunicazioni tra network
Relazioni fra imprese, strumento di competitività
UE, pubblicato l’Annual Report on European SMEs