SPS Italia – Parma 2022

Torna l’appuntamento con SPS Italia, che guarda alle dinamiche di mercato e alle nuove prospettive, mantenendo una visione “umanocentrica”. Tra i temi più importanti che troveranno spazio in fiera nel “Distretto 4.0”: Additive Manufacturing e 5G. Per le aziende questo è un momento critico in cui valutare il momento corretto in cui inserire queste nuove tecnologie nella propria digital strategy, bilanciando innovazione e vantaggio competitivo, da un lato, con fluidità della tecnologia e dello scenario applicativo, dall’altro. In District 4.0 il visitatore troverà anche le aree Automazione Avanzata, Robotica & Meccatronica, dimostrazioni funzionanti delle tecnologie che più ci colpiscono anche nel quotidiano come persone.

Sostenibilità

La sostenibilità in ambito industriale è il fil rouge attorno al quale ruotano molte delle iniziative di SPS Italia 2022. La transizione digitale trasforma la sostenibilità da costo a valore. Il PNRR è l’attivatore di un processo di evoluzione sostenibile per il Paese: è necessario un approccio sistemico in cui in particolare i settori industriali, energetici, tecnologici e istituzioni si muovono all’unisono con un piano di soluzioni condiviso e integrato.

Formazione

Per incoraggiare lo studio delle materie STEM, come dell'informatica, fin da piccoli, e trasmettere l’importanza delle iniziative educational a SPS Italia si concretizzano in diversi progetti come Lezioni in Fiera, tradizionale appuntamento dedicato al sostegno delle Università e degli Istituti Tecnici con opportunità di incontro e confronto e lo sportello “Nuove Professioni” per le aziende che ricercano nuove professionalità.

Uomo al centro

Le grandi innovazioni tecnologiche portano cambiamenti ma anche nuove opportunità e migliori condizioni di vita e di lavoro. SPS Italia da sempre dà spazio a temi come inclusione, gender equity, competenze e opportunità per le nuove generazioni, contribuendo a promuovere un ambiente favorevole per una reale connessione tra Persone, Tecnologie e Prospettive.

Un ottimo bilancio di numeri e prospettive per SPS Italia 2022

Il mondo industriale è tornato a riunirsi: tra il 24 e il 26 Maggio più di 36.500 persone hanno visitato gli stand degli 802 espositori in mostra a Parma, in occasione del ritorno dal vivo di SPS Italia.

Automazione, digitalizzazione e sostenibilità

La fiera ha proposto un itinerario completo nell’automazione e nel digitale per l’industria, con il meglio delle tecnologie presenti nei padiglioni e nel District 4.0. Tutto con un’attenzione speciale alla sostenibilità, tema al centro del nuovo osservatorio presentato nella tavola rotonda di apertura.
Nelle parole di Donald Wich, Amministratore Delegato di Messe Frankfurt Italia, c’è la soddisfazione per la manifestazione appena conclusa: «Siamo ripartiti con la giusta energia, è stato emozionante vedere l’evento rimettersi in moto e vivere il fermento dei giorni di fiera. Questa edizione ha ripagato appieno le attese».

Entusiasmo ed evoluzione costante

Il commento di Marco Vecchio, Segretario ANIE Automazione: «La decima edizione di SPS Italia è stata un grande successo! La voglia di incontrarsi dopo tanto tempo di isolamento era molta e il numero dei visitatori ne è stata la riprova. Interessante vedere tante novità tecnologiche presentate in un comparto che conferma un’evoluzione
costante guidata dalla digitalizzazione e dalla sostenibilità ambientale. La nostra associazione ha potuto presentare diverse nuove iniziative e auspichiamo che i dati positivi di settore presentati in fiera possano concretizzarsi anche nel 2022».

SPS Italia vi aspetta per la prossima edizione dal 23 al 25 maggio 2023 a Parma.

Controllori Edge per ridefinire il concetto tradizionale di controllo

A SPS Italia 2022 Emerson presenterà controllori e sistemi di automazione industriale che consentono ai produttori di iniziare la trasformazione digitale delle operazioni e conseguire maggiore flessibilità e migliori prestazioni di produzione. Durante l’evento Emerson presenterà i suoi ultimi controllori di automazione programmabili e il software SCADA/HMI, progettati per fornire miglioramenti sia per gli operatori che per i dispositivi, aumentare l’efficienza delle macchine, la sostenibilità, l'interoperabilità e la sicurezza con un'ampia gamma di controllori motion, sistemi di sicurezza, e applicazioni edge per l’intero impianto.

Trasformazione digitale per ottimizzare e operazioni

«Il generale miglioramento delle prestazioni operative può essere ottenuto con la trasformazione digitale, che può coinvolgere la singola macchina, come l’intero processo o impianto di produzione", spiega Derek Thomas, vicepresidente di marketing strategico per la divisione di automazione di Emerson. "Emerson aiuta ad accelerare la trasformazione digitale e ad implementare le funzioni IIoT in tutti settori commerciali e industriali, fornendo dispositivi edge a livello di macchina e impianto e sensori e software industriali che forniscono informazioni fruibili che migliorano significativamente l'efficacia, l'efficienza, la sostenibilità, l'interoperabilità e la sicurezza complessive delle apparecchiature».

Per rimanere competitive, le aziende devono fornire innovazione di prodotto supportata dalla flessibilità di produzione e aumentare l'efficienza operativa attraverso una maggiore produttività e disponibilità delle apparecchiature, riducendo al contempo costi, consumi e sprechi di materiale. La trasformazione digitale delle operazioni che utilizza tecnologie come controllori edge e software avanzato per la visualizzazione remota, aiuta a raggiungere questi obiettivi.

Piattaforma scalabile per il controllo

Le demo presentate a SPS Italia saranno incentrate su PACSystems™ di Emerson, che offre una piattaforma scalabile per il controllo a elevate prestazioni, l'analisi e la visualizzazione per applicazioni discrete, ibride e di processo. I controllori edge PACSystems possono funzionare sia come PLC abilitato per IIoT, sia come controllore di supervisione avanzato per le operazioni di produzione.  Inoltre, i potenti pc industriali compatti e le interfacce operatore di Emerson offrono una maggiore capacità di analisi e grafica per applicazioni edge in un fattore di forma ridotto.

«I controllori edge stanno ridefinendo il modello di controllo tradizionale riunendo tecnologia OT e IT in un'unica soluzione capace di logica, gestione dei dati e analisi", spiega Thomas. "Questa trasformazione di PLC e PC industriali sta creando nuove possibilità per affrontare le odierne sfide dell'IIoT e della trasformazione digitale, consentendo ai clienti di iniziare in piccolo su una macchina, scalare fino all'analisi a livello di impianto e fare investimenti gestibili con un'unica piattaforma».

Visualizzazione migliorata

Una migliore visualizzazione delle operazioni è essenziale per consentire agli operatori, ai gestori degli impianti e alle parti interessate di facilitare un migliore processo decisionale e una maggiore efficienza e sicurezza operativa. Fornire potenti strumenti di reporting, trend e analisi dei dati accessibili localmente o sul Web aiuta a creare una nuova era nelle soluzioni di supervisione e controllo. Emerson presenterà inoltre la piattaforma software industriale Movicon™ che offre la tecnologia software più innovativa e flessibile per progetti HMI Window/Linux e per sistemi di supervisione SCADA e soluzioni di analisi MES efficienti che sono essenziali per la Industria 4.0.

«La grafica moderna e le interfacce utente fornite da Movicon aiutano gli operatori a visualizzare le operazioni, identificare i trend, analizzare e interpretare i dati in modo semplice e veloce» spiega Thomas.

Gli esperti di trasformazione digitale Emerson ti aspettano presso lo Stand C050, Padiglione 6.

Monitor d’isolamento

I guasti imprevisti ai sistemi di isolamento possono causare interruzioni di fornitura indesiderate, fino a causare danni a persone e cose: per questo sono necessari dispositivi di sorveglianza dell'isolamento nei sistemi IT. La richiesta di disponibilità di macchine e impianti nei settori dei macchinari di fabbrica e della tecnologia di processo è in costante aumento. Il requisito per ottenere ciò è di avere un'alimentazione elettrica funzionante e affidabile.

Monitor per l'uso nei moderni alimentatori

Il Monitor d'Isolamento RN 5897 della serie VARIMETER IMD di DOLD è stato sviluppato appositamente per l'uso nei moderni alimentatori. Questi sono spesso composti da convertitori, regolatori a tiristori e componenti a corrente continua. Attraverso le misure di soppressione delle interferenze EMV è presente un'elevata capacità di perdita a terra. L'RN 5897 è adatto per capacità di dispersione del sistema fino a 1000 μF e per tensioni fino a DC/AC 300 V. Utilizzando un'unità di alimentazione aggiuntiva è possibile utilizzare il sistema con tensioni fino a AC 760 V e DC 1000 V.

Allarme regolabile e configurabile

Oltre a una soglia d'allarme regolabile, i Monitor d'Isolamento permettono anche un segnale d'allarme configurabile. Uno schermo LCD multicolore si aggiorna costantemente indicando il valore di isolamento. I Monitor d'Isolamento garantiscono una sorveglianza supplementare sulle reti senza corrente. Un rilevamento selettivo del guasto a terra di L+ e L- permette una rapida localizzazione dello stesso. I Monitor d'Isolamento sono utilizzati anche in impianti USV, impianti fotovoltaici, generatori mobili e così via.

Encoder contactless con Multi Adaptive Range Sensor

LIKA ELECTRONIC presenta l’encoder assoluto contactless SMA3, pensato per poter essere installato indifferentemente in applicazioni lineari o rotative.

Grandezza del polo adattabile

Dotato di MARS (Multi Adaptive Range Sensor) l’encoder contactless non è vincolato a un’unica dimensione del passo polare, e di conseguenza la larghezza del polo può essere perfettamente adattata, per esempio, al diametro dell'anello o alla misura della corsa della specifica applicazione, e non viceversa come sempre avviene.

La corsa di misura lineare del prodotto di Lika arriva a 19,3 m, corrispondenti a oltre 6 m di diametro in applicazioni rotative. La testina dell’encoder, caratteristica per le piccole dimensioni, raggiunge la protezione IP67.

Installazione facilitata e ampie tolleranze di montaggio

L'installazione di questa soluzione contactless è facilitata dalle ampie tolleranze di montaggio superiori a 1 mm. Pensato per offrire una risoluzione fino a 0,29 µm e restituire sia l'informazione assoluta per il feedback di posizione tramite le interfacce BiSS e SSI che segnali Sin/Cos per la retroazione di velocità, l’encoder SMA3 è perfetto per applicazioni di motion control, grazie anche alla rapidità del refresh di posizione (15 µs).

Motore brushless con driver integrato

La gamma SmartMotor di MOOG si amplia con l’aggiunta di motori a elevata integrazione, proposti in taglie comprese tra i 0,24Nm e i 24Nm.

Eliminazione di interconnessioni esterne

Questi motori incorporano nel proprio case i relativi azionamenti e il CNC, complicando gli aspetti riguardanti il calore e la compatibilità elettromagnetica. Tuttavia, i maggiori sforzi richiesti dall'integrazione consentono di ottenere notevoli vantaggi in termini di affidabilità, tempo di regolazione e costi. I miglioramenti apportati sono principalmente il frutto dell'eliminazione di interconnessioni esterne tra il motore, l'azionamento, il CNC e l'encoder.

Microcontrollo rapido

Un ulteriore contribuito è offerto inoltre da un taglio del 70% dell'elettronica d'interfaccia e dei convertitori A/D e D/A. Un altro aspetto da sottolineare è che non vi sono cavi all'interno dell'unità e non è necessario effettuare regolazioni fisiche e operazioni di messa a punto e ottimizzazione. Ciò che rende possibile tutto questo è uno speciale micro di controllo molto più veloce per i nuovi std dei BUS di comunicazione. Lo speciale chip comunica tramite bus ed è sufficientemente rapido da calcolare le traiettorie, inclusa la posizione, la velocità e l'accelerazione, con una risoluzione a 32 bit.

Comandi rotativi

INTEREL amplia la gamma prodotti distribuiti aggiungendo i comandi rotativi con potenziometro integrato delle serie Shortron e Oktron-Juwel, di Georg Schlegel. Oltre a questi potenziometri monolitici pronti all’uso, rimane comunque ancora disponibile la vecchia versione con la possibilità di assemblare un potenziometro con valori differenti da quelli proposti da 1kΩ, 5kΩ, 10kΩ e 50 kΩ.

Cornici frontali in diversi colori

I potenziometri della serie Shortron (SR1K, SR5K, SR10K, SR50K) sono disponibili con cornici frontali nei colori argento, nero e con anello frontale in acciaio inossidabile; quelli invece della serie Oktron-Juwel (OKJR1K, OKJR5K, OKJR10K, OKJR50K) sono disponibili con cornici di colore nero. I potenziometri sono progettati per applicazioni con range di temperatura da -20°C a 70°C e hanno un grado di protezione IP66/IP69K.

Durata meccanica fino a 100.000 cicli di rotazione

La durata meccanica è garantita fino a 100.000 cicli di rotazione su un angolo di rotazione di 260°. Ai collegamenti a vite può essere applicata una tensione nominale di max.160 Volt, con una potenza nominale di max. 0,1 Watt. La profondità di installazione è di soli 31 mm per entrambe le versioni, il foro di fissaggio richiesto è di 22,3 mm per la serie Shortron e 23,1 x 23,1 mm per la serie Oktron-Juwel.

Docker Container per applicazioni IIoT

L'edge computing e le soluzioni docker Container sono sempre più importanti per lo sviluppo applicazioni IIot. Infatti, in molte applicazioni, la quantità di dati da gestire è così elevata che non tutti possono essere trasferiti ad una piattaforma cloud. Quando sono necessari brevissimi tempi di latenza questi possono essere raggiunti solo elaborando i dati vicino alla macchina.

Per l’utilizzo della tecnologia container, che consente un'efficiente integrazione dei dati in soluzioni Industrial IoT innovative e flessibili, Softing propone edgeConnector un modulo software che, basato sulla tecnologia Docker container, offre opzioni di implementazione flessibili, ad esempio, su dispositivi che eseguono servizi edge da grandi piattaforme cloud (Azure IoT Edge o AWS IoT Greengrass), ma anche indipendentemente da queste piattaforme.

Vantaggi dell'uso di edgeConnector

L’utilizzo di edgeConnector offre notevoli vantaggi: 

  • Semplice aggiornamento e configurazione della connettività a livello centrale. 
  • Soluzione flessibile utilizzabile su hardware standard o come parte di soluzioni cluster, spesso senza necessità di hardware specializzato
  • Supporto di standard aperti e protocolli come OPC UA, MQTT e httpREST per integrare in modo sicuro i dati delle macchine e dei dispositivi nelle applicazioni IT e nelle architetture di riferimento IIoT delle grandi piattaforme cloud

Softing vi aspetta ad SPS al padiglione 6, Stand J06 con tutte le soluzioni per la comunicazione industriale!
 

Interfaccia di applicazione per azionamenti

Control Techniques, società del gruppo Nidec, amplia la propria gamma di azionamenti Commander e Marshal, con una app rivoluzionaria: Commander S.

Azionamento con interfaccia app

Commander S è il primo azionamento provvisto di serie di un’interfaccia di una app gratuita. Marshal rivoluziona la modalità dell’utente di interfacciarsi con l’azionamento e copre funzioni quali la messa in servizio, il monitoraggio, la diagnostica e il supporto tecnico.

La proposta rappresenta una soluzione per le applicazioni che richiedono un controllo plug-and-play direttamente dal prodotto appena tolto dall’imballo. È facile da installare e da utilizzare, è affidabile ed economico. 

Un esperto sul campo al servizio dell’utente

Marshal consente la messa in servizio con alimentazione inserita/disinserita, persino quando l’azionamento è ancora nell’imballo; clonazione – i parametri possono essere trasferiti da un azionamento all’altro; diagnostica – Marshall fornisce una diagnostica in tempo reale anche ad azionamento spento e istruzioni passo passo per aiutare l’utilizzatore a risolvere eventuali problematiche e a rimettere in funzione l’azionamento; l’operatore può inoltre facilmente condividere schemi elettrici e configurazioni dell’azionamento in formato PDF via email o WhatsApp o altre applicazioni di messaggistica.

Installazione agevolata

La robusta guida DIN per il montaggio/smontaggio "click-on" agevola l’installazione dell’azionamento da parte dell’utente finale, inoltre l’ingombro ridotto e il montaggio affiancato di Commander S consentono di risparmiare spazio nel quadro nei casi in cui esso sia limitato. Le designazioni dei terminali sono stampate a laser per una facile identificazione e la posizione angolata e sfalsata dei terminali stessi premette di raggiungerli facilmente con il cacciavite e di inserire i cavi.

Comunicazione semplice e veloce

Marshal rappresenta il modo più semplice e veloce di comunicare con Commander S. Disponibile per Android e iOS, consente di configurare l’azionamento in appena 60 secondi tramite la tecnologia NFC, oltre a offrire semplici routine di configurazione realizzate specificamente per varie applicazioni. Il menu FastStart, accessibile tramite Marshal, consente la messa in servizio assistita e occorrono solo quattro impostazioni tramite tasti per mettere in funzione il motore.

Commander S si avvale della più recente generazione di componenti e delle metodologie più innovative di fabbricazione. Un processo di tropicalizzazione protegge l’azionamento da umidità, corrosione e polvere, assicurando i livelli di robustezza e affidabilità che da tempo contraddistinguono i prodotti di Control Techniques

Riduzione dei costi ed efficienza energetica

Commander S è ottimizzato per applicazioni semplici con un’adeguata serie di funzioni. Per la riduzione dei costi complessivi sostenuti dall’utilizzatore, numerose funzioni fondamentali sono integrate nell’azionamento, come il controllo intelligente del ventilatore, la comunicazione Modbus RTU e il filtro EMC C1. Commander S rispetta inoltre i requisiti di efficienza energetica definiti dalla direttiva dell’Unione Europea sulla progettazione ecocompatibile denominata Ecodesign.

Software di progettazione

DIAStudio Smart Machine Suite di DELTA è un pacchetto di software di progettazione integrato, studiato per semplificare e ridurre il tempo necessario per il processo di configurazione nei sistemi di macchine. Compiti come la selezione dei prodotti (HMI, PLC, servoazionamenti e motori Delta, azionamenti per motori AC), la programmazione del PLC, l'impostazione dei parametri quantitativi, la messa a punto della macchina e l'integrazione dell'HMI possono essere eseguiti senza problemi su una sola piattaforma con gli strumenti chiave di DIAStudio.

Un pacchetto completo per la programmazione

Il pacchetto include: DIASelector, meccanismo basato su PC (Windows) e APP (Android e iOS) per la selezione rapida dei prodotti, DIADesigner, un ambiente integrato di controller e terminali per procedere con la gestione del progetto, permettendo agli utenti di implementare rapidamente un'applicazione industriale complessa, DIADesigner-AX, adatto a supportare il motion controller di ultima generazione di Delta (serie AX) basato sulla programmazione IEC 61131-3, e DIAScreen, che fornisce procedure guidate per la configurazione, la comunicazione, la progettazione di interfacce operative, la condivisione di tag variabili con DIADesigner e DIADesigner-AX.

Posizionamento a codici a barre

LEUZE lancia sul mercato il sistema di posizionamento a codici a barre di sicurezza FBPS 600i. Con un solo sensore per il rilevamento sicuro della posizione, il dispositivo viene collegato a un'unità di analisi di sicurezza, tramite due interfacce SSI ed è adatto per applicazioni fino al Performance Level e.

Rilevamento di movimenti rapidi

I FBPS 600i sono l'ideale per il rilevamento della posizione con movimenti rapidi, come nel caso dei trasloelevatori. I FBPS 600i hanno infatti un brevissimo tempo di reazione ai guasti, di soli 10 ms. Questo consente un'ottimizzazione degli andamenti di velocità e delle prestazioni di gestione.​ L'FBPS 600i presenta un funzionamento particolarmente affidabile. A ogni nuova scansione avviene la lettura di più codici, da cui il software rileva valori di posizione estremamente precisi.

Nastro di codici a barre per l'impiego industriale

Grazie alla traiettoria obliqua del fascio di scansione e al movimento del dispositivo ogni codice viene scansionato in punti differenti. Questo consente di evitare errori di lettura legati a sporcizia o danneggiamenti locali.​ Anche il nastro a codici a barre è stato ottimizzato per l'impiego industriale. Il nastro di plastica autoadesivo è a prova di raggi UV, estremamente robusto e resistente a sollecitazione meccanica. I valori di posizione stampati, inoltre, sono facili da leggere e ne semplificano l'uso.

Analizzatore di rete Dual Ethernet

Nell’attuale congiuntura è sempre più importante prestare attenzione alla riduzione dei costi di energia elettrica e alla continuità di servizio dell’impianto. L’analizzatore di rete trifase SENECA R203 è in grado di accettare in ingresso segnali universali con scale impostabili fino a 600 Vca (tensione), 5A (TA con uscita in corrente), 333 mV (TA con uscita in tensione o sensori Rogowski), con tipi di inserzione monofase, trifase 3/4 fili. R203 supporta i protocolli Modbus RTU, Modbus TCP/IP, peer-to-peer.

Installatori per applicazioni con limitate condizioni di montaggio

Con soli 32 mm di profondità gli installatori possono realizzare applicazioni con condizioni limitate di montaggio. Grazie al design salvaspazio della serie R si possono sfruttare applicazioni anche in ambito building, domotica e residenziale. Grazie alle 2 porte switch Ethernet è realizzabile una connessione a catena al successivo dispositivo Ethernet (daisy chain) evitando costosi switch industriali e semplificando il cablaggio. Lo strumento assicura una precisione dello 0,2% per misure di corrente TA/Tensione e dello 0,5% per potenze attive/reattive e correnti Rogowski. La programmazione, da web server o software dedicato Easy set up, permette di effettuare impostazioni di base e avanzate; diagnostica; configurazione I/O, misure, comunicazione, dati e registri Modbus.

Funzioni tecnologiche aggiuntive

R203 abilita il funzionamento di uno switch interno anche se il dispositivo è guasto o non alimentato fino a 4 giorni (funzione LAN con by pass in caso di failure). È possibile, inoltre, copiare ingressi su uscite remote senza l’ausilio di un dispositivo master (funzione peer-to-peer). Altra funzione avanzata è quella ‘Modbus Passthrough’, grazie alla quale il modulo può dirottare su RS485 le richieste provenienti da Modbus TCP/IP comportandosi, di fatto, come un gateway.
R203 è anche un contatore di energia (dotato di uscita digitale impulsiva e memoria ritentiva per la contabilizzazione di energia attiva, reattiva e apparente) e un datalogger dati/eventi (fino a 30 variabili per tag e circa 55.296 campioni archiviabili nella flash interna).

Piattaforma di progettazione

SDPROGET ha lanciato SPAC Automazione 2022, ultima release del sistema professionale di progettazione, SPAC Automazione. Il software, altamente automatizzato e flessibile, offre agli utilizzatori la massima produttività, mettendo a disposizione dei professionisti del settore elettrico una gamma estremamente completa e performante di funzioni specializzate per affrontare, con la massima efficienza, tutte le tematiche della progettazione di impianti elettrici per l'automazione industriale.

Sistema aperto per il dialogo con più processi

SPAC Automazione 2022 è caratterizzato dal motore grafico Autodesk 2022 a 64bit ed è installabile, nella versione apposita, anche su AutoCAD 2020, 2021 e 2022. Inoltre, per garantire un minor tempo di elaborazione e stabilità dei dati, SPAC Automazione 2022 utilizza il database SQLite. SPAC Automazione è un sistema aperto che permette il dialogo con molteplici processi. Dallo scambio di informazioni con tutti i software di stampa targhette, all'interfacciamento con i software PDM e PLM, dallo scambio di dati con Microsoft Office, al dialogo bidirezionale con sistemi di gestione PLC e con sistemi P&ID. E grazie a Opera4SPAC consente l'interazione sul campo in tempo reale con elettricisti e manutentori mediante APP su smartphone.

IEN Italia: Qual è la storia di Ravioli SPA, che dal 1926 a oggi ha portato l’azienda ad affermarsi nel settore dell’elettromeccanica?

Ravioli Spa nasce a Milano nel 1926 da un’idea di Umberto Ravioli. Da allora l'Azienda è gestita dai membri della famiglia, oggi alla terza e quarta generazione. L’alternanza di fasi storiche ed economiche ci ha sempre trovati pronti, volenterosi di soddisfare le necessità di utilizzo dei nostri clienti, anticipandone, in alcuni casi, i bisogni. Pur essendo una PMI, grazie a una fitta rete di distribuzione e alla lungimiranza del management, che dagli anni ’80 ha attivato un processo di sviluppo di crescente internazionalizzazione, oggi i nostri prodotti sono utilizzati in disparati settori applicativi, in tutto il mondo.

IEN Italia: Basta un veloce giro sul vostro sito per capire lo stretto rapporto che avete costruito con i vostri clienti: come nasce?

Crediamo nelle persone, nei rapporti umani, nella specializzazione dei nostri tecnici: sono i valori che da sempre ci rendono una solida realtà su cui contare. Grazie al costante ascolto dei nostri clienti e alla elevata versatilità dei nostri prodotti, possiamo offrire soluzioni altamente personalizzate. Amiamo lavorare insieme al cliente per studiare – e nel caso, creare – le soluzioni adatte a ciascuna esigenza: questo ci rende un partner affidabile, flessibile, con una forte propensione a trovare soluzioni concrete e adatte all’operato di chi si affida a noi. Siamo compagni di squadra e, come tali, crediamo nella collaborazione reciproca. Dando sempre fondamentale importanza a qualità, avanguardia e sicurezza dei nostri prodotti, crediamo nell’importanza di una stretta di mano, di un incontro dal vivo, di una relazione professionale basata su rispetto e comprensione reciproci.

IEN Italia: L’automazione industriale e i vostri prodotti hanno sbocchi in molti mercati: quali sono i principali settori applicativi a cui vi rivolgete?

La proposta di Ravioli è ampia e annovera soluzioni adatte per la movimentazione industriale, l'edilizia, la mobilità elettrica e la produzione di energia rinnovabile con prodotti elettromeccanici specifici come pulsantiere pensili, finecorsa di sicurezza, radiocomandi industriali, connettori bipolari, contattori in corrente continua e collettori rotativi elettrici. Nello specifico, le prese di corrente rotanti Ravioli trovano applicazione nella movimentazione di macchine da cantiere e autogrù, in linee di imbottigliamento e imballaggio, macchine etichettatrici, giostre di divertimento, trattamento e depurazione delle acque, silos per lo stoccaggio di granaglie.

IEN Italia: Come prevedete la vostra partecipazione alla fiera SPS e quali novità ci possiamo aspettare?

Come accennato, crediamo nel rapporto umano alla base delle relazioni professionali: a SPS, presso il nostro stand D069 Pad.3, saremo felici di incontrare partner e nuove persone. Ognuno, siamo certi, porterà un valore aggiunto a questa esperienza. Negli ultimi due anni, la tecnologia è stata una fedele alleata per mantenere vivi i rapporti interpersonali, ma poterci incontrare nuovamente di persona per noi ha quel sapore autentico che tanto ci caratterizza. Nell’ottica sempre forte in Ravioli di innovare e far evolvere le soluzioni proposte, in occasione di SPS 2022 a Parma, presentiamo alcune novità tra i nostri collettori rotanti, come la nuova PRN Roller Plus, una presa rotante che unisce elevata velocità di rotazione ad alta resistenza meccanica e a un ridotto consumo delle spazzole. Con un numero maggiore di anelli e la possibilità di applicare sensori di posizione, rispetto al già noto collettore Roller, Roller Plus è ideale per applicazione nelle catene di imballaggio in cui sia richiesta la presenza di passaggio ad aria, per il quale Roller Plus è già internamente predisposta: riduzione degli ingombri e ridotto peso dell’apparecchio, ma elevate performance garantite. Inoltre, Roller Plus, Roller e il collettore PMR Premium vengono forniti completi di cablaggio degli anelli e delle spazzole: un notevole risparmio di tempo e denaro per l’utilizzatore finale, che riceve il prodotto pronto all’uso, semplicemente da installare.  Roller e Roller Plus hanno anche un importante vantaggio di manutenzione: in caso di necessità, è possibile intervenire sulle spazzole, senza dover rimuovere la presa rotante installata, evitando operazioni complicate. Amiamo garantire soluzioni che semplifichino l’utilizzo a chi sceglie i nostri prodotti.

IEN Italia: Come si muove Ravioli SPA, in particolare nel settore dell’energia, e come affronta le sfide lanciate dai problemi ambientali?

Le condizioni ambientali, politiche e storiche molto particolari che stiamo vivendo e che abbiamo vissuto dal 2020, sottolineano ulteriormente quanto sia necessario intervenire con un cambiamento concreto. A seguito della stesura del nostro Codice Etico nel 2009, è nato il nostro progetto Green e-Motion, con cui produciamo apparecchi dedicati al settore eolico e fotovoltaico, contribuendo in modo concreto alla produzione di energie rinnovabili. Inoltre, siamo partner e sostenitori di Treedom®, con cui stiamo piantando 600 alberi in tutto il mondo. Nel nostro quotidiano, ci impegniamo ogni giorno nel coinvolgere le persone con cui collaboriamo in processi di miglioramento: è sufficiente un piccolo gesto quotidiano, fatto da tante persone, per generare un cambiamento concreto. Inoltre, seppur non obbligati a livello normativo, stiamo approcciando la redazione del nostro primo bilancio di sostenibilità: un documento che sentiamo fortemente in linea con la nostra etica, la nostra realtà, i nostri valori.  

IEN Italia: Ravioli è un’azienda che riconosce un ruolo centrale anche alla formazione, è in questo ambito che nasce Ravioli Academy, ce ne potete parlare?

Fornendo soluzioni per numerosi settori applicativi e prodotti che sono impiegati in diversi Paesi del mondo, il mondo Ravioli – in tutte le sue esperienze e attività – è costantemente soggetto a sviluppi e aggiornamenti. Abbiamo perciò dato vita a Ravioli Academy, fucina di raccolta e scambio di esperienze, messe a disposizione per promuovere la formazione di tutti coloro che entrano in contatto con il mondo Ravioli. I nostri collaboratori ricevono un adeguato training iniziale al lavoro, adatto a consolidare le loro competenze e a rendere ciascuna persona partecipe e coinvolta nelle strategie d’Azienda. Incontri periodici vengono inoltre organizzati con distributori e agenti, allo scopo di aggiornare le parti coinvolte sugli sviluppi normativi, produttivi e commerciali dell’attività Ravioli, nonché sulla diffusione di standard etici, di qualità e di sicurezza. Ravioli Academy è il fulcro del know-how aziendale, dell’esperienza di oltre 90 anni di lavoro e della nostra propensione al futuro.

IEN Italia: Quali sono i progetti di Ravioli SPA per il futuro?

Amiamo unire competenza, esperienza e sfide del futuro. Siamo in costante aggiornamento, per implementare la tecnologia di alcune soluzioni per il settore della movimentazione, con innovazioni frutto di studi affinati. Il nostro obiettivo è quello di proporre soluzioni di avanguardia che possano semplificare l’operato di chi le utilizza, mantenendone inalterate qualità e sicurezza. Ogni giorno ci impegniamo per restare fedeli ai nostri valori e alla nostra etica e per continuare a essere un punto di riferimento affidabile nel panorama in costante evoluzione.

Pannello di controllo

La serie SPC-800 di ADVANTECH è dotata di adattatore integrato per il montaggio del braccio di supporto e unità di estensione personalizzabile per diverse applicazioni di visualizzazione e controllo. La protezione IP66 All-Around e la certificazione IEC 61131-2/61010 confermano la robustezza del sistema e la sua idoneità all'utilizzo in svariati ambienti industriali gravosi.

Unità di estensione per un'ampia gamma di periferiche

L'unità di estensione supporta un'ampia gamma di periferiche e unità aggiuntive, quali lettori RFID, interruttori a chiave, spie LED, pulsanti di esercizio e di emergenza. Il sistema può quindi essere configurato con la massima flessibilità e le sue funzionalità ampliate per esigenze specifiche. L'adattatore di montaggio integrato consente l'installazione sia su braccio di supporto pensile sia su piedistallo, con garanzia di posizionamento e controllo ergonomico ottimali.

Design ultrasottile con processore Intel Core

Disponibile nei formati da 15.6” (SPC-815) o 21.5” (SPC-821), il prodotto ha un design ultrasottile (cornice frontale da 15 mm), leggero e facilmente installabile da un solo addetto, per la massima facilità di implementazione. Il pannello è dotato di processore Intel® Core™ i3-6100U 2,3 GHz (dual-core) e una protezione completa IP66 a tenuta di polvere e acqua. Tra le caratteristiche, anche un’unità di estensione compatibile con pulsanti serie RAFI FS22 + e una custodia senza silicone.

Connettore circolare push-pull

YAMAICHI ELECTRONICS presenta la gamma T Y-Circ P waterproof, basata sulla linea di prodotti Y-Circ P di, compatibile con le serie già esistenti sul mercato. Grazie alla miniaturizzazione alla base dello sviluppo, offre molti nuovi vantaggi ed è inoltre provvista di un collare di serraggio monopezzo per un montaggio senza errori.

Bloccaggio affidabile

La meccanica ottimizzata garantisce un bloccaggio affidabile e consente più cicli di innesto: grazie alla speciale disposizione dei pin per applicazioni dati ad alta velocità, la trasmissione di segnali risulta priva di disturbi fino a 10 Gbps. La presa è collocata nello stesso ridotto spazio di montaggio richiesto dalla serie B esistente, comprensiva di portacontatti e relative codifiche. La serie IP68 dispone non solo di dimensioni analoghe, ma integra anche l’intero meccanismo di bloccaggio, assicurando così il riutilizzo degli stessi isolatori della serie B.

Cavi impermeabilizzati

Grazie alla impermeabilizzazione ottimizzata dei cavi l’installazione del nuovo connettore waterproof risulta più robusta, veloce e meno rischiosa. A differenza di altri connettori disponibili in commercio, l’impermeabilizzazione del cavo è garantita da un unico collare di impermeabilizzazione. Questo semplifica il montaggio e minimizza considerevolmente il rischio di danni alla guarnizione.

Opzione di sicurezza per sistemi di posizionamento

Come opzione della serie PSx 3, halstrup-walcher offre la nuova funzione di sicurezza ordinabile Safe Torque Off (STO), integrabile negli azionamenti IP65 con bus di tipo Ethernet. Questa funzionalità dei sistemi di posizionamento di halstrup-walcher viene utilizzata in applicazioni con elevati requisiti di sicurezza, per esempio nella regolazione degli assi più esterni delle macchine.

Circuito di alimentazione speciale per l’arresto in sicurezza

Quando la funzione STO è attivata, il motore del sistema di posizionamento viene spento. Ciò significa che non viene più generata alcuna coppia, l'azionamento si ferma per inerzia e non è più possibile un avvio involontario dell'azionamento.
Invece della separazione galvanica standard, gli azionamenti con la funzione Safe Torque Off sono dotati di un circuito di alimentazione speciale che consente l'arresto in sicurezza del sistema di posizionamento. L'attivazione dell'ingresso di disattivazione da parte del sistema di controllo della macchina è sufficiente; non è necessario un ulteriore interruttore di sicurezza tra il sistema di controllo e il sistema di posizionamento PSx (attuatore). La catena di sicurezza accorciata riduce al minimo il cablaggio e lo spazio necessario nell'armadio di comando.

Impulsi di test escludono i rischi

Come opzione, il controllo può inviare regolarmente impulsi di prova (OSSD) all'azionamento. Se l'azionamento non riceve un impulso di test, ciò significa che la linea STO è difettosa. Il sistema di posizionamento invia quindi un messaggio di errore. Questi impulsi di test sono utilizzati per le applicazioni in cui il tipo di cablaggio può presentare dei rischi non eliminabili. Se si utilizzano cavi adatti o se i cavi sono posati in modo protetto, tali guasti possono essere esclusi rendendo non necessari gli impulsi di test.
I sistemi di posizionamento PSx con STO raggiungono il Performance Level c o SIL 1. Poiché in un'analisi dei rischi gli azionamenti compatti di halstrup-walcher non mostrano alcun potenziale di lesioni gravi o addirittura mortali, questa classificazione è sufficiente.

Retrofit di successo con azionamenti intelligenti

I sistemi di posizionamento di halstrup-walcher consentono un cambio formato rapido e preciso delle macchine. La regolazione del formato è perfettamente riproducibile, può essere comandata su più assi contemporaneamente con la semplice pressione di un tasto e viene anche monitorata da diversi parametri. Gli azionamenti PSx gestiscono coppie fino a 25 Nm e, grazie ad un sistema di misurazione assoluto della posizione, risultano precisi e ripetibili. L'interfaccia integrata per tutte le più comuni tipologie di bus consente una facile integrazione nel sistema di controllo della macchina.

Sensore ottico per applicazioni dinamiche

Il profiler PDM di IFM verifica, nelle applicazioni di assemblaggio e movimentazione, che sia stato utilizzato il componente corretto e il suo adeguato monitoraggio. Basta premere un pulsante per confrontare il profilo di un oggetto con un profilo nominale precedentemente impostato nel profiler. Il profiler ottico è in grado di rilevare con affidabilità le più piccole differenze, anche nel caso di componenti pressoché identici.

Immunità alla luce esterna

Il profiler PMD non richiede posizionamenti complessi, e grazie all’immunità alla luce esterna, non sono necessarie schermature o illuminazioni esterne, al contrario di quanto si verifica nei sistemi con telecamera. Dotato di un display a colori e di 3 pulsanti semplici da utilizzare, il sensore è pronto all’uso in pochi minuti senza bisogno di un software specifico. Tramite IO-Link è possibile trasmettere le informazioni sia sul corretto profilo rilevato che sul grado di corrispondenza del profilo preimpostato.

Differenze tra componenti identici

Per determinare con più affidabilità le differenze nel caso di componenti pressoché identici, utilizzando la funzione Region of Interest l’analisi del profiler può essere limitata alla zona rilevante dell’oggetto tramite due marcatori verdi sulla linea laser visibile. Nella modalità Fixed, la funzione può essere utilizzata per verificare l’esatto posizionamento di un oggetto.

Motore brushless frameless

MAXON risponde il DT EC frameless all’esigenza di sistemi innovativi per motori, che soddisfino i requisiti di mercato di dinamica, compattezza e densità di potenza. Il modello DT50 è incluso in una gamma sviluppata appositamente per le applicazioni dinamiche, in cui le velocità possono cambiare repentinamente, per esempio nei cobot o negli esoscheletri.

Lunghezza ridotta

Una volta installato il DT50 EC frameless raggiunge facilmente una coppia nominale di oltre 500 mNm con regime nominale di 4000 min-1. Il tutto con un diametro esterno dello statore di soli 50 mm. L’innovativa tecnologia di avvolgimento consente una lunghezza del motore molto ridotta con un grande albero cavo di 28 mm. IL DT50 EC frameless viene completato dall’encoder TSX-MAG.

Generazione di segnali hall e incrementali

Si tratta di un encoder con albero passante che non viene installato direttamente sull’asse motore (off-axis). Questa caratteristica assicura una notevole libertà in fase di progettazione. L’encoder è in grado di generare segnali Hall e segnali incrementali per permettere la commutazione ad orientamento di campo del motore.

A SPS Italia un “district” per l’automazione industriale

In occasione di SPS Italia, il district Mitsubishi Electric (Pad. 6, stand G20/E20) offrirà al visitatore un’esperienza completa di tutte le anime che caratterizzano le attività dell’azienda.

Progettazione e automazione

Lo stand è caratterizzato da differenti aree tematiche: la prima, dedicata all’engineering, permetterà ai visitatori di vivere l’esperienza di progettazione d’impianto in tutti i suoi aspetti. La seconda mostrerà le soluzioni di automazione proposte da Mitsubishi Electric per il manufacturing, con un’apposita grafica pensata per raccontare al visitatore le caratteristiche di ogni prodotto e il modo in cui sia possibile integrarli in soluzioni mirate a risolvere esigenze specifiche.

Manutenzione e management dell’impianto

La terza area sarà riservata alle proposte di maintenance, dalle soluzioni cost-effective, che permettono, grazie agli HMI, di rilevare e visualizzare le variabili dell’impianto, alle soluzioni di manutenzione predittiva, fino a quelle di carattere preventiva basate sull’AI. Sarà presente anche la piattaforma hardware MELIPC che rappresenta il nuovo traguardo tecnologico in cui il layer Edge crea interazione tra il livello OT e IT e permette la totale integrazione e trasparenza nei nuovi approcci alla Smart Factory.

Formazione per le aziende

Inoltre, vi sarà un’area dedicata all’AcadeMy, il programma di formazione di Mitsubishi Electric rivolto ad aziende e a studenti universitari e degli istituti superiori, dove sarà possibile visitare la piattaforma Mentor ME, l’esperienza di didattica digitale per la formazione tecnica delle scuole. Il district ospiterà applicazioni reali sviluppate in collaborazione con OEM e partners e permetterà di incontrare alcuni “Certified System Integrator”.

Padiglioni Robotica e Meccatronica e Autromazione Avanzata

L’azienda sarà presente anche nel padiglione Robotica e Meccatronica (Stand B050) con una macchina utensile completa di carico/scarico robotizzato, e nel padiglione Automazione Avanzata (Stand B008) con soluzioni di automazione nel campo Smart Farming (ortovivaismo).

La funzione roaming wireless aumenta portata per il funzionamento senza fili

In occasione della fiera SPS di Parma, Sigmatek, che si troverà nel Padiglione 6 allo Stand C010, presenta la funzionalità implementata "Wireless Roaming Feature" per i pannelli operatore wireless, pensata per permettere agli operatori di sistema di muoversi ancora più liberamente lungo la linea di produzione.

Pannello, base e controllo di sicurezza

La soluzione certificata TÜV, con Safety-to-go di Sigmatek si compone di tre elementi principali: un pannello wireless della serie HGW 1033 con elementi di sicurezza (SIL 3/PL e), la stazione base BWH 001 come punto di accesso e stazione di ricarica e un controllo di sicurezza della serie S-DIAS. Per aumentare la qualità della trasmissione wireless nelle immediate vicinanze della macchina, viene implementato un processo di trasmissione ridondante. I dati di sicurezza e di carico vengono trasmessi simultaneamente su due frequenze WLAN 2.4 e 5 Ghz. Analogamente alle soluzioni cablate, i dati rilevanti per la sicurezza vengono inviati tramite il principio del Black-Channel.

Funzionalità dalla copertura illimitata

Quando più stazioni base e pannelli sono utilizzati in macchine e sistemi complessi e su larga scala, la "funzionalità di roaming wireless" fornisce una copertura affidabile e quasi illimitata. Il pannello HGW è direttamente accoppiato alla macchina selezionata e al controllo di sicurezza. La stazione base funge da ponte di comunicazione tra le reti wireless e quella cablata. Roaming significa che c’è una connessione dati attiva su almeno una delle due frequenze in ogni momento.

Infrastruttura che collega tutti i partecipanti

Combinando le interfacce delle stazioni di base utilizzate, tutti i partecipanti alla rete (HGW, controllo di sicurezza/macchina) sono collegati tra loro tramite un'unica sottorete. Per gestire la rete ad alte prestazioni e bassi tempi di latenza, una VLAN (Virtual Local Area Network) può essere utilizzata in un'infrastruttura di rete esistente. Questo garantisce che le prestazioni della soluzione operativa wireless non siano influenzate dal flusso di dati provenienti da reti aziendali di livello superiore.

Interfaccia integrabile per lo scambio di dati

Per l'utente, la "funzionalità di roaming wireless" offre maggiore comfort operativo, funzionalità e disponibilità del sistema. Nella visualizzazione HGW vengono visualizzate tutte le macchine disponibili. L'operatore si collega in modalità wireless alla sezione di macchina o di sistema desiderata tramite il pannello. Mentre l'utente si muove lungo il sistema, il pannello esegue la scansione per la migliore rete in base alla potenza del segnale RSSI corrente. La commutazione delle reti può essere attivata da un'azione utente o automaticamente. Per integrare la soluzione operativa wireless nel sistema di controllo o per lo scambio di dati con sistemi esistenti di terze parti, viene utilizzata l'interfaccia OPC UA integrata.

Una tecnologia per collegare i mondi IT e OT

Guardando al futuro del panorama dell’automazione industriale, è evidente la necessita di adattare sempre più rapidamente i sistemi di automazione, per tenere il passo di cicli d’innovazione via via più corti. Molte aziende dovranno attuare cambiamenti radicali nel modo di pensare, nei processi e nell’approccio produttivo con flessibilità ed efficienza che sono già requisiti improrogabili. Ad esempio, il know-how dovrà essere acquisito più spesso in futuro e molti ulteriori sviluppi e innovazioni saranno realizzati principalmente all’interno della comunità online e frutto della creatività di molti sviluppatori. Questo significa massima apertura di pensiero e sistemi open per riutilizzare ciò che è già stato sviluppato e testato.

Per questo motivo Phoenix Contact ha sviluppato la tecnologia PLCnext: l'ecosistema aperto che espande l'uso del PLC per cambiare radicalmente il futuro dell'automazione industriale.

Ecosistema di hardware e software

L'ecosistema all'avanguardia offre hardware open, software di ingegneria modulare, comunità globale e mercato del software digitale.

Con la tecnologia PLCnext di Phoenix Contact, gli sviluppatori possono lavorare su un programma di controllo in modo indipendente, attraverso vari linguaggi di programmazione. In questo modo è possibile sviluppare rapidamente applicazioni complesse sfruttando i vantaggi del classico mondo PLC tramite l'apertura e la flessibilità della tecnologia PLCnext.

Scambio coerente di dati e combinazione di parti di programma

La gestione delle attività della tecnologia PLCnext consente l'esecuzione di routine di programma di origine diversa come il classico codice PLC IEC-61131: i programmi di linguaggio di alto livello di Phoenix Contact diventano automaticamente deterministici. La piattaforma garantisce lo scambio di dati coerente e l'esecuzione sincrona del codice del programma

PLCnext technology consente la combinazione di diverse parti di programma create in modo indipendente e applicazioni complete. L'uso di software e app open source migliora l'efficienza dei processi di sviluppo e rende illimitate le future espansioni.

Integrabilità di interfacce e ricorso a diversi linguaggi di programmazione

La tecnologia PLCnext di Phoenix Contact, inoltre, consente l'integrazione di interfacce e protocolli attuali e futuri per la comunicazione aperta nei sistemi di automazione altamente interconnessi. Implementa nuovi modelli di business basati sull'IoT attraverso la connessione diretta a servizi e database basati su cloud.

PLCnext consente di utilizzare il proprio linguaggio di programmazione preferito, sia l’IEC 61131-3 o altri linguaggi di alto livello. Phoenix Contact mette a disposizione diversi tool che rendono possibile lo sviluppo della soluzione individuale attraverso l’uso di PLCnext  Engineer, MATLAB/ Simulink, Eclipse o Visual Studio.

PLCnext Control è l'hardware di PLCnext Technology che offre un ambiente Linux open con accesso a più dati tramite sistemi IoT e maggiore flessibilità. Oltre a standard come l’IEC 61131, con PLCnext Control è possibile la programmazione parallela e la combinazione in tempo reale di linguaggi come C/C++, C# o MATLAB® Simulink®. Esistono tre diverse categorie di PLCnext Control: controller modulare flessibile, controller da campo remoto ad alte prestazioni e controller basato su iPC.

Collaborazione tramite integrazione in cloud e software open source

Con l’integrazione in cloud, l’utilizzo di software open source e la costante crescita del know-how condiviso nella PLCnext Community, è possibile usufruire di una completa collaborazione. Le risultanti solution-app, i blocchi software, i sistemi runtime, oltre alle estensioni di funzioni, sono disponibili nel PLCnext Store e permettono di risparmiare un'enorme quantità di tempo e denaro nella creazione delle applicazioni. Questo rende PLCnext Technology l'ecosistema ottimale per tutte le sfide nella automazione moderna.

TIMGlobal Media BV

Centro Commerciale Milano San Felice 86 20090 Segrate MI Italy
o.erenberk@tim-europe.com - www.ien-italia.eu

Editorial Staff:

Uffici Vendita Pubblicità all'Estero

EUROPA
AUSTRIA/SVIZZERA
Monika Ailinger
Tel: +41 41 850 44 24
m.ailinger@marcomedia.ch
BELGIO
Nadia Liefsoens
Tel: +32-(0)11-224397
Fax: +32-(0)11-224397
n.liefsoens@tim-europe.com
FRANCIA
Mfumu Tiya Mindombe
Tel: +33 1 842 00 300
m.mindombe@tim-europe.com
Germania
Simone Ciolek
Tel: +49-(0)9771-1779007
s.ciolek@tim-europe.com





TURCHIA
Onur Dil
Tel: +90 (0) 212 366 02 76
o.dil@tim-europe.com
REGNO UNITO (UK)
David Harvett
Tel: +44 (0)121 705 21 20
daveharvett@btconnect.com
NORD AMERICA
Hamilton-Murphy Global, LLC
John Murphy
Tel: +1 616 682 4790
Fax: +1 616 682 4791
john@hamiltonmurphymedia.com
ASIA/PACIFIC
Ichiro Suzuki
Incom Co. Ltd
Tel: +81-(0)3-3260-7871
Fax: +81-(0)3-3260-7833
isuzuki@INCOM.co.jp
ALTRI PAESI - EUROPA
Cristian Son
Tel: +39(0)2-7030631
c.son@tim-europe.com
    La ricerca non ha prodotto alcun risultato.

    Accedi per avere accesso a tutti i contenuti e le funzioni:


    Non hai ancora un account?
    Crealo gratuitamente

    Hai dimenticato la tua password?
    Torna qui