Il successo di SPS Italia

  Richiedi informazioni / contattami

Ien Italia ha intervistato Donald Wich, Amministratore Delegato Messe Frankfurt Italia, e Francesca Selva, Vice Presidente Marketing

Accessori e Materiali di Consumo

Donald Wich
Donald Wich
Francesca Selva
Francesca Selva

Dott. Wich, seconda edizione di SPS Italia e un successo ancora maggiore rispetto alla prima: vi aspettavate un risultato di questo tipo? Quali sono secondo lei i segreti di questo successo?

Le premesse di questa seconda edizione erano senz'altro buone: il numero di espositori, i metri quadri e i contatti con i visitatori, erano indicatori forti di un probabile successo. Ad onor del vero però la realtà è stata migliore delle aspettative. Il terremoto in Emilia e la situazione economica italiana perlomeno complicata, avrebbero potuto frenare il flusso dei visitatori che invece è stato quanto mai soddisfacente, toccando il secondo giorno punte veramente entusiasmanti. Non credo che esistano segreti, ma semplicemente tanto impegno, tanta professionalità e tanta trasparenza che hanno caratterizzato il nostro rapporto, prima di tutto con gli espositori e poi con il mercato. IEN: In un settore come quello industriale, in cui le fiere stanno a dir poco faticando, cosa fa si che SPS Italia si affermi come punto di riferimento e abbia una crescita reale? Non tutte le fiere stanno soffrendo, anzi posso affermare che proprio per le difficoltà che emergono nei vari mercati, il valore della fiera è stato riscoperto. Il problema quindi è la qualità della fiera, ovvero il concept che rappresenta. Se il mercato di riferimento è chiaro e la proposta è completa, i visitatori sono stimolati a venire in Fiera. Al contrario se la proposta è generalista o peggio ancora generica, allora la debacle è quasi annunciata. SPS è una fiera ben perimetrata con un merceologico ben definito che si rivolge a un mercato specifico e che offre una proposta tecnica per i tecnici. Abbiamo effettuato delle scelte e quindi sappiamo di essere una Fiera di nicchia, ma proprio per questo altamente specializzata. La verticalizzazione è uno dei motivi del nostro successo.

All'interno di una realtà mondiale come Messe Frankfurt, quale spazio sta acquisendo la realtà di SPS Italia?

 Messe Frankfurt in qualità di primo Ente Fieristico a livello europeo, organizza moltissime fiere, sia nell'ambito B2C sia B2B. SPS è chiaramente una fiera B2B che come detto si rivolge a una nicchia specifica di mercato, quindi non è, né può diventare, una fiera da centinaia di migliaia di visitatori, ma non per questo è meno importante nel nostro panorama fieristico in quanto si rivolge a un settore trainante per quanto riguarda l'innovazione e la tecnologia, per questo ha e avrà una posizione preminente all'interno di Messe Frankfurt.

Quali sono le prospettive per il 2013?

Il risultato del 2012, ci incoraggia ulteriormente, e i piani per il 2013 ci vedono molto focalizzati sui visitatori. Desideriamo infatti poter contare su un sempre maggiore numero di utilizzatori finali, per questo stiamo valutando alcune nuove iniziative rivolte a loro. Le nostre aspettative sono quindi di consolidamento e di ulteriore miglioramento dei contenuti dei convegni e del numero di visitatori.

Dott.ssa Selva, il mix tra aspettative e timori della vigilia in vista della seconda edizione si è risolto in un grande successo: quale lavoro sta dietro a questo risultato?

Non è sufficiente un solo ingrediente per fare un buon cocktail e lo stesso vale per una fiera. Il successo di SPS Italia è il risultato di un impegno continuo, di molta promozione e di tanti incontri e di tante comunicazioni. Il successo deriva dalla fiducia che siamo riusciti a instaurare sia all'interno del nostro team, sia soprattutto con gli espositori. Adesso dobbiamo perseguire un clima di conoscenza e di fiducia con un sempre crescente numero di visitatori.

Crescita dello spazio espositivo, crescita del numero di espositori, crescita dei visitatori: SPS Italia si può definire la fiera più importante a livello industriale in Italia?

Ritengo che SPS Italia possa essere considerata la fiera di riferimento per l'automazione elettrica industriale. Noi siamo orientati all'automazione delle macchine e delle linee di produzione, questo vuol dire sensori, attuatori, controllori e movimentazione. Per questi ambiti applicativi riteniamo di poter rappresentare l'offerta e quindi di poter attrarre tutta la domanda.

Cosa vi ha spinto ad affiancare allo spazio espositivo dei momenti dedicati a Convegni e Workshop? Le aziende hanno risposto con entusiasmo a questa proposta?

Il format che prevede i Convegni Scientifici è per noi fondamentale perché permette di affrontare temi all'avanguardia che sono di massimo interesse per i costruttori di macchina e per gli End Users. La Fiera è certamente un momento di incontro fra domanda ed offerta, ma anche un'occasione di apprendimento. Le nuove tecnologie e le case history devono essere promosse e divulgate e noi cerchiamo di dare il nostro contributo in proposito.

La scelta di Parma sembra essere vincente: per il futuro intendete inserirvi anche in altri contesti geografici?

Parma è risultata molto ben gradita sia dagli espositori sia dai visitatori. Per il momento non abbiamo ragioni per pensare a un'altra sede.

Notevole è stato l'utilizzo dei social network durante la fiera: siete soddisfatti? Cosa vi ha spinto e come avete lavorato in questa direzione durante i giorni di esposizione?

Ormai non si può ignorare la forza comunicativa che offrono i social network soprattutto tra i giovani e noi crediamo che l'automazione sia di grande attrattività per le nuove generazioni di tecnici ed ingegneri e quindi abbiamo voluto usare il loro linguaggio. I riscontri sono stati indubbiamente positivi e sorprendentemente dinamici. Intendiamo focalizzare ancora di più la nostra presenza sui social network nei prossimi mesi. Ci può dare qualche anticipazione sulla terza edizione? Per SPS 2013 intendiamo rafforzare ulteriormente la nostra presenza sia allargando la base degli espositori, sia soprattutto puntando a un incremento dei visitatori programmando nuove iniziative che possano risultare di particolare attrazione per gli utilizzatori finali. I nuovi progetti sono in fase di messa a punto e saremo in grado di darne visibilità nelle prossime settimane.

Pubblicato il 13 Settembre 2012 - (6797 views)
Messe Frankfurt Italia
Corso Sempione 68
20154 Milano - Italy
+39-02 8807781
+39-02 72008053
Visualizza company profile
Mappa
Più prodotti da questo inserzionista
SPS IPC Drives Italia
SPS IPC Drives Italia
SPS IPC Drives Italia 2018
SPS IPC Drives Italia
A SPS, automazione e digitale per l'industria
Automazione e digitale per l'industria a SPS
A SPS, automazione e digitale per l'industria
Storie di automazione 4.0
Tecnologie abilitanti per la Smart Factory
SPS/IPC Drives Italia
Articoli correlati
Giravite torsiometrico elettromeccanico con stop tattile
Segmenti lamellari a esecuzione semplice e doppia
Cavi, pressacavi e guaine protettive
Un unico riferimento per numerose soluzioni
Sistema di avvitatura a controllo coppia/angolo
Brady: sicurezza da primato dal 1990
Scarpe antinfortunistiche
Cassetta portautensili
TIM, Materiale per interfaccia termica
Borsa portautensili in tessuto
Automation & Testing 2019
Sistemi di bullonatura industriali
Alto livello di distribuzione
Sistemi per la function safety
Shop online
Double Layer Protection
Ingranaggi e cremagliere
Elementi per l'automazione e la robotica
Componenti meccaniche di precisione
Adesivo resistente