Cisco Italia mette la fabbrica digitale al centro di SPS 2016

  Richiedi informazioni / contattami

L’azienda organizzerà la terza tappa del suo evento IoE Talks, dedicata alla fabbrica in digitale, nel corso del convegno inaugurale della manifestazione italiana di riferimento per l’automazione industriale

Cisco Italia mette la fabbrica digitale al centro di SPS 2016
Cisco Italia mette la fabbrica digitale al centro di SPS 2016

L'Amministratore Delegato di Cisco Italia Agostino Santoni ha annunciato oggi, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2016 di SPS Italia 2016, che nel corso del convegno inaugurale della manifestazione si terrà il terzo appuntamento dell'evento itinerante IoE Talks, dedicato interamente alla fabbrica in digitale.

Gli IoE Talks sono una serie di incontri, organizzati da Cisco in collaborazione con Intel, che hanno l'obiettivo di diffondere, con un approccio allo stesso tempo concreto e di visione, la conoscenza delle grandi opportunità che si generano nello scenario tecnologico attuale, in cui è sempre più ampia la possibilità di connettere dati, persone, oggetti e processi per generare innovazione. Dopo le prime due tappe tenute nel 2015 a Roncade (TV) - rivolgendosi al territorio del Triveneto, "Patria della Bellezza" - e a Roma, rivolgendosi in particolare al mondo della pubblica amministrazione e della società civile, sarà quindi la volta di Parma, il 24 maggio 2016, nel contesto di SPS IPC Drives Italia, la più importante manifestazione italiana nel settore dell'automazione industriale, organizzata da Messe Frankfurt Italia."

In un contesto competitivo in cui il successo è legato sempre più alla velocità di esecuzione e di cambiamento dei modelli di business, la rivoluzione digitale mette a disposizione tecnologie e opportunità di innovazione che si sposano perfettamente con le caratteristiche di eccellenza dell'automazione industriale italiana.

"Le industrie oggi guardano a un futuro in cui ogni elemento della loro catena del valore sarà sempre più strettamente interconnesso, in cui i confini fra ciò che oggi definiamo prodotto e ciò che definiamo servizio sfumano, ed in cui non è più possibile operare a compartimenti; nelle tecnologie di rete portate a livello di macchina, impianto ed impresa risiede la possibilità di innovare in modo ancora più rapido ed efficace" ha detto Santoni. "La specificità, la creatività e l'esperienza di ogni singola azienda possono esprimersi in modo ancora più potente grazie a soluzioni che oggi sono estremamente flessibili e accessibili: è necessario però comprendere in tempi brevi la portata complessiva della transizione che sta avvenendo".

Una ricerca resa nota di recente da Cisco, che ha coinvolto imprese del settore industriale di diversi paesi nel mondo fra cui l'Italia, ha evidenziato che il 79% dei top manager intervistati globalmente sa che la "rivoluzione digitale" avrà un impatto significativo sulle loro aziende nei prossimi tre anni. "Tutte queste aziende hanno citato fra le tecnologie a più alto impatto tecnologie legate strettamente all'IT: tra gli italiani, il 37% ha citato il cloud, il 35% 'Internet of Things, e il 28% big data e analytics tra quelle che avranno il maggiore impatto sulla produzione industriale. L'unica tecnologia tipicamente manifatturiera che viene citata con un impatto pari a quello del cloud è la robotica avanzata" ha sottolineato Santoni. "Questo conferma il ruolo fondamentale della digitalizzazione per l'evoluzione del settore".

Un cambiamento di tale portata, naturalmente, propone una sfida culturale, fatta di nuove competenze e di nuovi modelli organizzativi, che si può affrontare e vincere solo mettendo al centro della trasformazione le persone che ogni giorno lavorano nelle aziende del settore. Organizzando il terzo appuntamento di IoE Talks a Parma Cisco vuole proporre una visione globale, una riflessione ed il racconto di esperienze concrete di "fabbrica in digitale" che sia da stimolo per un settore di vitale importanza per l'economia italiana.

Pubblicato il 17 Dicembre 2015 - (92 views)
Articoli correlati
L’edizione 2019 di LAMIERA
In che modo i motori di precisione di ultima generazione stanno potenziando l'Internet delle cose e l'industria 4.0
La diciassettesima edizione di MaintenanceStories
Misura e controllo della portata di un gas?
Più di 43.000 articoli normalizzati per le moderne officine
Controllo e tracciabilità dell'avvitatura con un'unica centralina
Martello senza fili
Termocamere a infrarossi a elevata sensibilità termica
L'importanza della sicurezza alimentare
Taglio in metallo duro
A&T 2019: Human Based Technology
SURT - Trasmettitore di UR% e °C
PS12 - Indicatore multifunzione
PK10 - Programmatore rampe
Scanner - Indicatore multicanale
EPOS4 con EtherCAT
Interazione di componenti di azionamento
Sistemi di azionamento meccatronici
Sistema di avvitatura elettronico
RODOGRIP di Getecno
Misura e controllo della portata di un gas?
Più di 43.000 articoli normalizzati per le moderne officine
Controllo e tracciabilità dell'avvitatura con un'unica centralina
Termocamere a infrarossi a elevata sensibilità termica
Nuovi posizionatori con bus di campo integrato per cambio formato
Trasmettitori di livello
Sistema di avvitatura elettronico
Curvatrice per tubazioni idrauliche
Attuatore lineare elettrico
Trasmettitori di pressione piezoresistivi
Misura e controllo della portata di un gas?
Controllo e tracciabilità dell'avvitatura con un'unica centralina
Termocamere a infrarossi a elevata sensibilità termica
Cilindri elettrici miniaturizzati
Interruttori d'arresto compatti
Stampante segnaletica
Sensori induttivi full metal con IO-Link
Servomotori DC brushless piatti
Dosatura con ago vs. dosatura a getto, senza contatto
ROTALIGN touch