Elesa nell’ADI Design Museum - Compasso d’Oro

Due prodotti Elesa, che erano stati premiati con il Compasso d’Oro 1994, entrano nel museo del Design di Milano

  • 28 Giugno 2021
  • 55 views
  • Volantino di manovra EWW. 240 e il volantino di manovra ECW. 375 premiati nel 1994 con il premio Compasso d’Oro di ADI
    Volantino di manovra EWW. 240 e il volantino di manovra ECW. 375 premiati nel 1994 con il premio Compasso d’Oro di ADI

Accanto ad alcuni dei più celebri nomi del design italiano, nell’ADI Design Museum di Milano saranno presenti anche i prodotti Elesa che si erano aggiudicati il Compasso d’Oro 1994. Si tratta di un prestigioso premio italiano nonché più antico e autorevole premio mondiale di design.

ADI Associazione per il Disegno Industriale

Nata nel 1956, l’ADI Associazione per il Disegno Industriale riunisce imprese, designer, ricercatori, insegnanti, critici, giornalisti intorno ai temi del design: progetto, consumo, riciclo, formazione. Questo ha fatto sì che ADI diventasse protagonista dello sviluppo del disegno industriale come fenomeno culturale ed economico.

Elesa è stata invitata da ADI a riprova del fatto che l’Azienda monzese viene ufficialmente riconosciuta per la sua progettazione dal design innovativo nel settore della componentistica meccanica, un settore che fino ad allora aveva dedicato poca attenzione alle soluzioni formali.

Due prodotti Elesa esposti nell’ADI Design Museum

I prodotti di Elesa che saranno esposti nell’ADI Design Museum sono: il volantino di manovra con indicatore di posizione EWW. 240 e il volantino di manovra ECW. 375 della linea Ergostyle®, nati dalla stretta collaborazione di Elesa con l’Architetto Giorgio Decursu (1927 – 2012), designer specialista nel progetto di macchine complesse destinate all'industria, che riportava a misura d'uomo riuscendo a fondere esigenze ergonomiche, efficienza e qualità estetica.

Premio Compasso d’Oro 1994 per Elesa

La giuria del premio Compasso d’Oro di allora (1994) giustificava così le ragioni del premio conferito ai due volantini: “Risultato di una concentrazione morfologica estrema ed essenziale in un settore dove le soluzioni formali sono normalmente trascurate. Il cerchio viene focalizzato ed enfatizzato fino a diventare qualcosa di metafisico.”