Endress+Hauser: nuovo stabilimento a Sud-Est di Berlino

  Richiedi informazioni / contattami

Il gruppo ha inaugurato a Stahnsdorf il nuovo centro di competenza per i sensori al silicio

Endress+Hauser: nuovo stabilimento a Sud-Est di Berlino
Endress+Hauser: nuovo stabilimento a Sud-Est di Berlino

Tre anni fa Endress+Hauser GmbH+Co. KG acquistò un lotto di 33.000 metri quadri nell’area industriale di Stahnsdorf. Il nuovo edificio alle porte di Berlino è stato occupato alla fine del 2009 dopo 13 mesi di lavori. Per la costruzione sono stati spesi 8.5 milioni di euro. Più di 2.500 metri quadri di superficie offrono ottime condizioni per lo sviluppo e la produzione e forniscono spazio disponibile per ulteriori crescite. Camere sterili di ultima generazione in cui sono realizzati prodotti high tech, coprono una superficie di 1.100 metri quadri. Sistemi di condizionamento sofisticati controllano camere sterili di classe 1.000 con assenza quasi totale di particelle. La sede di Stahnsford produce sensori al silicio e strumenti di pressione. L’assemblaggio finale viene effettuato a Maulburg ma anche negli stabilimenti localizzati in India, Cina, Giappone e US. Durante la cerimonia di apertura l’amministratore delegato del PC Maulburg, Matthias Altendorf mette in risalto:”Endress+Hauser ha dalla sua parte una notevole conoscenza dei sensori. E’ possibile raggiungere questo livello di conoscenza solamente attraverso collaboratori qualificati.” Per estendere la leadership nella conoscenza, la società investe continuamente nelle proprie strutture. La nuova costruzione di Endress+Hauser a Stahnsdorf è stata curata e sostenuta da Zukunfts-Agentur di Brandeburgo, agenzia di promozione territoriale dello Stato di Brandeburgo. Il manager Dr. Steffen Kammradt era convinto :”Questo investimento è uno step importante per Brandeburgo. Endress+Hauser è una società molto innovativa ed il nuovo centro di competenza per i sensori al silicio darà un contributo essenziale a questa regione industriale. L’ospite d’onore, il Prof. Dr. Stanislav Gorb della Christian-Albrecht-University di Kiel ha parlato delle prospettive future dai microsensori alle nanotecnologie. “La scienza e l’industria stanno lavorando insieme per studiare nuove tecnologie e per renderle utili,” ha detto nel suo discorso. Edited by: Valeria Zanaboni

Pubblicato il 25 Agosto 2010 - (1950 views)
Articoli correlati
Tre connettori push-pull per applicazioni industriali futuristiche
Il successo di MECSPE Parma 2019
III Edizione di IVS – INDUSTRIAL VALVE SUMMIT
Sensori di pressione per pompe idrauliche ausiliarie
Sito web per la filiale italiana di Stahwille
THL 15WI: convertitore CC/CC da 15 watt
Soluzione integrata per controllo e automazione
Il rasoio di Occam
EUJEPA, le novità dell'accordo in materia d'origine
"NTN-SNR, un marchio tatuato sulla nostra pelle"
Sensori a isolamento
Soluzioni per accelerare il passaggio al 4.0
Sensori a soppressione di sfondo
Prodotti per il controllo della temperatura
Servo motori C.C. brushless
Encoder assoluti a lettura ottica
Teste a snodo Aurora
Prodotti per ogni settore industriale
Valvole per applicazione di pasta saldante
SENSORI A BASSA TENSIONE
Modulo trasportatore lineare
Attuatori elettrici con funzione soft-landing
Guida agli studi sui carichi con i registratori di rete ed energia Fluke
Sette ragioni per scegliere un trasduttore di pressione con cella in ceramica
Dovete misurare in modo continuo un livello fino a 100m di profondità (H2O)?
Sensore laser a tecnologia avanzata
Nuovi sensori di flusso per applicazioni monouso
Smistamento bottiglie ad alta velocità
Analizzatore di combustione intuitivo
Encoder lineare assoluto magnetico