Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato

  Richiedi informazioni / contattami

La quinta edizione di Energy Efficiency Stories si è tenuta giovedì 15 novembre: l’evento ha confermato le attese della nutrita platea accorsa a Marghera

Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato
Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato
Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato
Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato
Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato
Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato
Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato
Energy Efficiency Stories 2018: successo riconfermato

Oltre 100 professionisti del settore energetico si sono dati appuntamento all’interno della cornice di Porto Marghera, una delle più grandi zone industriali costiere d’Europa, per discutere di efficientamento energetico, ascoltare i casi applicativi dei propri colleghi e confrontarsi sui temi caldi dell’argomento. Energy Efficiency Stories si conferma quindi ancora una volta come un appuntamento cruciale per i professionisti dello scenario energy-intensive italiano.

Costruita intorno alla presentazione di casi applicativi di successo di efficientamento energetico, la one-day conference organizzata da TIMGlobal Media e dalla rivista Energy Efficiency Business & Industry, con il patrocinio di ENEA, AssoEgE, ASSOESCO e della Federazione Ordini Ingegneri Veneto, si è svolta presso il Parco Scientifico Tecnologico di Venezia, il VEGA.

I CONTENUTI

I fattori determinanti del successo dell’evento, caratterizzato da un’agenda ricchissima sia per la sessione mattutina sia per quella pomeridiana, sono stati ancora una volta l’alto livello tecnico e la qualità delle relazioni. I lavori hanno preso avvio con l’introduzione di Marco Marangoni, Associate Publisher di TIMGlobal Media ed Event Facilitator della giornata, e di Cristian Son, Responsabile Marketing A.I.MAN., che ha portato i suoi saluti, e quelli dell’Associazione che rappresenta, alla platea, sottolineando l’affinità sempre più forte tra Manutenzione ed Efficienza Energetica.


A dare il via ai lavori della sessione mattutina è stato Antonio De Roma, Direttore della Bioraffineria Eni di Venezia, con la prima di una serie di relazioni di qualità, il cui tema principale era quello di illustrare e spiegare i motivi della riconversione della raffineria veneziana in Bioraffineria.

Dall’efficientamento energetico in ambito petrolchimico e Oil&Gas si è passati a quello nel settore automotive con la relazione di Alessandro Caminiti, Utilities & Energy Manager di Pirelli. Dopo una breve introduzione della storia dell’azienda, l’attenzione si è focalizzata sulla visione e i target ambientali della stessa, illustrando tutti i successi ottenuti e presentando metodi innovativi di efficientamento come l’energy app.

Successivamente, passando attraverso svariati ambiti e settori industriali, hanno dato testimonianza diretta di come lavorano per implementare quotidianamente le pratiche di efficientamento energetico Hydac, AB e Caseificio Belladelli, SAPIO, SDT, Intergen e Gruppo Salteco.

Di efficientamento energetico dei sistemi oleodinamici ne ha parlato Giuseppe Ferrari, Responsabile Ufficio Tecnico di Hydac, illustrando come gli azionamenti a velocità variabile (VSD) dell’azienda permettano minore necessità di raffreddamento del fluido idraulico, minore manutenzione e la possibilità di acquisizione dei dati di consumo, favorendo quindi l’efficienza energetica.

Giulia Pelloja, Sales Specialist di AB Energy, e la Dott.ssa Giuseppina Belladelli del Caseificio Belladelli hanno orientato l’attenzione della platea verso la cogenerazione e verso un altro settore industriale: quello lattiero-caseario. L’Industria Casearia Silvio Belladelli ha scelto infatti l’efficientamento energetico tramite la cogenerazione, optando per una soluzione tecnologia di AB, e l’obiettivo dell’intervento è stato quello di dimostrare tutti i vantaggi e gli obiettivi raggiunti grazie a questa scelta.

Il Direttore dello Stabilimento SAPIO di Marghera, Marco Serafin, ha invece portato al vivo tutte le azioni di efficientamento energetico messe in atto negli ultimi anni da SAPIO, a seguito delle mutate condizioni al contorno verificatesi nell’ambito dell’area industriale di Porto Marghera.

A Mauro Viganò, Area Manager di SDT, il compito di illustrare come ottenere un significativo risparmio energetico attraverso l’utilizzo di soluzioni ad ultrasuoni, mostrando per l’appunto applicazioni ultrasonore di successo.

Tornando all’industria alimentare, Davide Cuppari, Sales Area Manager – Cogeneration di Intergen, ha presentato le caratteristiche e i vantaggi di due dei loro impianti taylor made di Cogenerazione, rispettivamente da 2.000 KWe e 1.560 KWe, per uno dei loro clienti, Igor Gorgonzola.

È stata quindi la volta di Paolo Bocchi, Product Manager di Gruppo Salteco, che ha mostrato i benefici derivanti dall’applicazione di fluido termo-isolante nelle industrie, con particolare attenzione al settore petrolchimico.

Come di consueto, anche una delle associazioni patrocinanti, l’ENEA, rappresentata da Marcello Salvio, Ingegnere dell’Unità Tecnica Efficienza Energetica della stessa, ha portato il suo resoconto istituzionale e di mercato.

Dopo il break dedicato a lunch & Networking, la seconda parte della giornata ha visto gli interventi di altre importanti aziende del mondo industriale nazionale e internazionale che lavorano sull’efficienza energetica.

Gabriele Tassan, Strategic Projects Development Coordinator di Klüber Lubrication, si è soffermato sui compressori a vite, esaminando l’impatto dei lubrificanti speciali nel miglioramento dell’efficienza energetica degli asset di produzione.

La parola è quindi passata a Giuseppe Giannotti, Energy Manager di Enipower, che ha parlato delle motivazioni che hanno spinto Enipower a adottare l’SGE ISO 50001, dei suoi punti di forza e dei risultati effettivamente raggiunti, descrivendo parte degli interventi recentemente completati.

Il caso esposto di seguito da Graziano Dal Tio e Alberto Mantegazza di Ingersoll Rand, insieme ad Andrea Barbon, Ingegnere in Turboden, ha analizzato un progetto affidabile ed efficiente: il collegamento di una turbina ORC a un compressore per la produzione di aria compressa, utilizzando il calore recuperato da un forno di fusione del vetro.

L’ultimo intervento della giornata è stato curato da Sharon Aquilea, Energy and Environment Deputy di Toyota LTE, che ha descritto e dimostrato come l’applicazione del concetto MUDA abbia permesso al Toyota Production System di realizzare interventi di efficientamento energetico.

LE VISITE AGLI STABILIMENTI

A fine lavori, la Bioraffineria Eni e lo Stabilimento SAPIO hanno aperto le loro porte ad un gruppo selezionato di partecipanti alla giornata, concretizzando le parole in fatti e fornendo un esempio pratico e realistico della propria visione di efficientamento energetico.

RINGRAZIAMENTI

Anche per il 2018 il contributo degli Sponsor è stato di fondamentale importanza per il successo della giornata. AB, SDT, HYDAC, Intergen, Ingersoll Rand, Klüber Lubrication e Gruppo Salteco sono stati i Main Sponsor, c’è stata la partecipazione di Wolong e Hoerbiger era presente come Sponsor.

 

Marta Roberti

m.roberti@tim-europe.com

Pubblicato il 6 Dicembre 2018 - (19 views)
Articoli correlati
Strumento per prove di tenuta impianti
Cuscinetti a rulli conici con 300 varianti dimensionali
Lampade con base magnetica regolabile
Sistemi per il taglio laser
Sistema di filtrazione a coalescenza
Borsa portautensili con fondo in gomma
Lampada antideflagrante da lavoro
Cilindro con forza di bloccaggio fino a 6080N
Giunti elastici per convogliatori
Sonde per riempitrici
Amplificatore con contenitore stagno IP65
Trasmettitore per celle di carico
Indicatore con risoluzione a 100.000 punti
Automation & Testing 2019
Sistema autoserrante
Celle di carico
Nuovo sito per clienti business
Valvole e pressostati
Distribuzione componenti meccanici
Sensing Technology
Misuratore per lo stoccaggio delle ceneri
Cuscinetti radiali orientabili
Flussimetri per liquidi e diluenti
Pressostato con IO-Link
Sensori di flusso intercambiabili
Cilindri pneumatici con profilo estruso
Nylon12 CF: la soluzione ideale per la produzione di attrezzaggi robusti
Misuratore di prodotti chimici
Dispositivo per la sicurezza funzionale
Sensore di pressione per applicazioni igienico sanitarie
Misuratore per lo stoccaggio delle ceneri
Sensori di flusso intercambiabili
Etichetta per provette PCR
Nylon12 CF: la soluzione ideale per la produzione di attrezzaggi robusti
Dispositivo per la sicurezza funzionale
Inserto per scanalatura in metallo duro
Teste di barenatura digitali
Microprocessore con DRP
Sistemi di posizionamento assoluto
Compact Dosing Solution: il sistema di dosaggio per microportate!