Il progetto di manutenzione nei processi di riqualificazione urbana:

  Richiedi informazioni / contattami

il parco di Passiano e Santa Maria del Rovo a Cava de’ Tirreni

Il progetto di manutenzione nei processi di riqualificazione urbana:
Il progetto di manutenzione nei processi di riqualificazione urbana:

Introduzione   La manutenzione come programma e come servizio, oggi ha assunto un ruolo fondamentale in un tutti i processi edilizi di nuova realizzazione, e ancora di più, nella conservazione/trasformazione del costruito e del non costruito delle nostre città. La necessità di migliorare la qualità della vita del territorio urbanizzato attraverso la riqualificazione, la rivitalizzazione e la successiva valorizzazione di “aree a rischio” ha innescato processi di trasformazione che, laddove sono stati concepiti, progettati ed attuati con l’ausilio di strategie idonee e lungimiranti, hanno condotto a risultati eccellenti e sono divenuti modelli pragmatici e paradigmatici del far bene (best practices). Viceversa, in altri casi, l’assenza o l’errata pianificazione della manutenibilità del patrimonio edilizio ed ambientale riqualificato ha condotto inesorabilmente a mutazioni irreversibili, a fallimenti gestionali e soprattutto a ricadute negative sulla vita del’utente finale: il cittadino. La cultura e la prassi della manutenzione nel suo fisiologico mutamento da mera scadenza a programma e da mero intervento a servizio, ha assunto nuovi modelli, ponendosi, sempre più, come strategia per il mantenimento della qualità nel tempo. In tal senso, la manutenzione del costruito, facendo propri gli esiti della preziosa quanto unica esperienza culturale, scientifica e tecnico-operativa del settore industriale, si è riappropriata del suo “campo di azione” e si è “costruita” un ruolo preminente anche nei processi di conservazione/trasformazione volti alla riqualificazione della città. La moderna cultura della manutenzione contribuisce alle diverse scale d’intervento (edilizia, urbana e territoriale) ad attuare politiche e strategie di qualità attraverso procedure, metodi e strumenti che costituiscono un “valore aggiunto” nell’ampio scenario del recupero edilizio e ambientale. L’attuazione della logica del progetto (di manutenzione) nel progetto (di riqualificazione), consente, ai diversi livelli di approfondimento, la verifica della fattibilità dell’intervento, la rispondenza alle concrete esigenze dell’utenza, la programmazione dell’azione manutentiva preventiva e la gestione della vita utile attraverso l’individuazione di politiche e strategie appropriate che garantiscano la sostenibilità tecnica ed economica del processo di conservazione/trasformazione urbana e della sua good governance. L’esperienza di ricerca relativa alla riqualificazione dell’area compresa tra le frazioni di  Passiano e Santa Maria del Rovo del comune di Cava de’Tirreni per la realizzazione di un Parco Urbano, evidenzia come risulta di fondamentale necessità predisporre un progetto di manutenzione e la strutturazione di un “piano su misura”, anche con l’ausilio di strumenti e tecnologie informatiche, per la pianificazione e gestione d’interventi volti alla riqualificazione di brani di città. Riqualificare per manutenere, manutenere per riqualificare     Riqualificazione e Manutenzione sono espressioni del fare strettamente correlate, non solo perchè afferenti all’ambito del recupero edilizio e ambientale, ma anche perché legate da una forte biunivocità, definita, sul piano teorico, dalla moderna scienza della conservazione dell’esistente e confermata, sul piano operativo, dalla pratica dell’intervento. Riqualificare per manutenere è una condizione necessaria dettata dall’assunto conservazione/trasformazione quando le prestazioni fornite dal sistema (edilizio o urbano o territoriale) non garantiscono più i livelli minimi di qualità richiesti dall’utenza. In tal caso, la pianificazione della manutenzione programmata, eseguita all’interno del progetto di riqualificazione, dovrà trovare il giusto compromesso (compatibilità) tra le parti “rinnovate” e le parti “conservate” del sistema oggetto di riqualificazione e manutenzione. Manutenere per riqualificare è l’obiettivo principale della conservazione. L’assenza di manutenzione programmata e preventiva nel ciclo di vita del sistema conduce inesorabilmente al suo decadimento fisico e funzionale che, in molti casi, significa non recuperabilità dello stesso e delle sue valenze culturali, ambientali, economiche e sociali. Solo attraverso la pianificazione, programmazione e attuazione del buon manutenere si può evitare la perdita del bene e dei suoi valori e significati. Leggi il resto dell'articolo su http://digital.manutenzione-online.com/digitalMagazine?issue_id=92

Pubblicato il 5 Gennaio 2011 - (178 views)
Articoli correlati
Amplificatore con contenitore stagno IP65
Trasmettitore per celle di carico
Indicatore con risoluzione a 100.000 punti
Automation & Testing 2019
Sistema autoserrante
Celle di carico
Nuovo sito per clienti business
Valvole e pressostati
Distribuzione componenti meccanici
Sensing Technology
Cuscinetti radiali orientabili
Flussimetri per liquidi e diluenti
Pressostato con IO-Link
Sensori di flusso intercambiabili
Cilindri pneumatici con profilo estruso
Nylon12 CF: la soluzione ideale per la produzione di attrezzaggi robusti
Misuratore di prodotti chimici
Dispositivo per la sicurezza funzionale
Sensore di pressione per applicazioni igienico sanitarie
Dispositivi per conversione e acquisizione
Sensori di flusso intercambiabili
Etichetta per provette PCR
Nylon12 CF: la soluzione ideale per la produzione di attrezzaggi robusti
Dispositivo per la sicurezza funzionale
Inserto per scanalatura in metallo duro
Teste di barenatura digitali
Microprocessore con DRP
Sistemi di posizionamento assoluto
Compact Dosing Solution: il sistema di dosaggio per microportate!
Guide lineari per telaio