La Trasformazione Digitale di RS Components Italia

  Richiedi informazioni / contattami

Alla prima conferenza stampa dell’azienda una panoramica delle strategie adottate per la conversione in Digital Company

Diego Comella, Amministratore Delegato di RS Components Italia
Diego Comella, Amministratore Delegato di RS Components Italia

Il 14 novembre, nella cornice ipertecnologica della nuova sede milanese, si è tenuta la prima conferenza stampa di RS Components Italia: un momento per fare il punto sul percorso di trasformazione digitale che RS Italia ha intrapreso negli ultimi anni, raccontato dalla viva voce di alcune delle aziende che in veste di partner e/o cliente hanno sperimentato, e continuano a farlo, i vantaggi di questa evoluzione.

Nuovo volto dell’azienda

Diego Comella, Amministratore Delegato di RS Components Italia, ha presentato alla stampa il “nuovo” volto dell’azienda: un distributore multicanale globale di soluzioni di elettronica, automazione e manutenzione che ha sposato le più avanzate tecnologie per convertire la vendita di un prodotto nella fornitura di un servizio a valore aggiunto. Una panoramica della strategia adottata da RS Italia per convertirsi in una Digital Company che oggi fa transitare il 70% delle vendite dall’e-commerce, senza aver rinunciato per questo alla relazione umana e alla personalizzazione del rapporto con clienti e fornitori. 

“La digital transformation sta ridefinendo i processi di business, aprendo straordinarie opportunità anche in segmenti di mercato come quelli legati al mondo della distribuzione di prodotti di elettronica, automazione e manutenzione in cui l’innovazione tecnologica non sempre trova spazio”-  ha detto Diego Comella – “In questo panorama crediamo di rappresentare un unicum: investiamo oltre 100 milioni di euro ogni anno in innovazione tecnologica - dalla raccolta e analisi dei big data per ottenerne informazioni utili al business, ai tool di analisi e tracking per ottimizzare le piattaforme digitali, fino all’avanzata infrastruttura tecnologica messa in campo per la gestione del magazzino che consente di evadere ordini in 24/48 ore – e lo facciamo per offrire al cliente un servizio a 360 gradi. Tutto questo è reso possibile dallo stretto rapporto di collaborazione con i nostri partner con cui condividiamo visione strategica e valori”.

Tavola rotonda

È seguita, poi, una tavola rotonda moderata da Gianluca Gioncada, Head of Product Management di RS Components Italia, cui hanno preso parte Andrea Nespoli, Sales Manager Channel & Panel di Omron, Roberto Ciceri, Presidente e CEO di Beta Utensili e Alessandro Rossi, Procurement Department Warehouse Coordination di Edison, che hanno raccontato la loro esperienza di collaborazione con RS Italia in qualità di partner strategici e cliente finale.

“La nostra partnership con RS Components nasce dalla condivisione di valori fondanti per la nostra strategia. In primis, il tema della formazione tecnica e continuativa che rappresenta uno dei pillar su cui poggia la nostra collaborazione; questo perché in Omron consideriamo la conoscenza dei nostri prodotti e delle nostre soluzioni come passaggio fondamentale per una proposta di valore professionale da parte del nostro partner al mercato. A questo tema si lega quello altrettanto centrale dei servizi, ovvero la capacità di RS di garantire al cliente finale non solo prodotti ma un servizio a valore aggiunto sia a livello di competenze fornite, sia a livello di supporto a 360 gradi. Si tratta di un percorso che stiamo avviando anche in Omron e in cui un ruolo centrale è giocato dalla spinta all’innovazione tecnologica che una Digital Company come RS può assicurarci, rappresentando senza dubbio la chiave di successo della nostra collaborazione” ha dichiarato Andrea Nespoli, Sales Manager Channel & Panel di Omron.

 “La collaborazione con RS Components è per noi motivo di grande soddisfazione poiché ci consente di operare con un distributore che ha i nostri stessi obiettivi. Da un lato l’attenzione che RS rivolge al tema del “Made in Italy”, che per una azienda come Beta Utensili 100% italiana è sicuramente un asset, dall’altro il DNA internazionale di RS che ci offre una vetrina di visibilità importante in linea con i nostri piani di espansione. A questo si aggiunge il vantaggio di collaborare con una Digital Company come RS che ci consente di sfruttare le opportunità abilitate dalla digitalizzazione senza rinunciare al fattore umano, ovvero a quella personalizzazione del servizio che riteniamo essere un fattore di successo” ha dichiarato Roberto Ciceri, Presidente e CEO di Beta Utensili.

“La nostra collaborazione con RS Components Italia risale ormai a più di 10 anni fa, e si è evoluta nel tempo passando dalla stipula di singoli accordi di fornitura a livello locale fino alla creazione di una soluzione tecnologicamente avanzata, che RS ha realizzato ad hoc per rispondere alla nostra esigenza di una migliore e più veloce gestione degli ordini. Una soluzione che ci ha consentito di centralizzare la gestione ed evasione degli ordini elettronici e che ci permette di consegnare il prodotto ordinato ovunque in Italia in 24 o 48 ore al massimo, mantenendone la piena tracciabilità. RS Components ci ha fornito anche tutto il supporto informatico necessario per far interloquire i vari sistemi e poter essere rapidamente autonomi nell’utilizzo di questa soluzione che è stata la prima ad essere adottata da Edison” ha dichiarato Alessandro Rossi, Procurement Department Warehouse Coordination di Edison.

Temi centrali

Fornitura di servizi a valore aggiunto, attenzione al tema della formazione tecnica e continuativa attraverso la stretta collaborazione con i partner strategici, supporto alle eccellenze italiane attraverso le proprie piattaforme digitali, sono questi alcuni dei temi centrali della relazione con RS Italia emersi dalla tavola rotonda, cui se ne aggiungono altri due che sono al centro della mission di RS come sottolineato da Diego Comella nel suo intervento introduttivo: ispirare le generazioni future di ingegneri lavorando al fianco del mondo accademico per sostenere progetti innovativi, come da ultimo quello dell’Università La Sapienza di Roma e promuovere la diffusione della cultura digitale all’interno delle PMI affiancando i Competence Center.

Pubblicato il 15 Novembre 2019 - (143 views)
Articoli correlati
Rivettatrici a batteria 4.0
Software modulare e scalabile per ambienti produttivi
SKF sarà Carbon Neutral entro il 2030
Tecnologia & Concept Bluetooth LE
Tracciabilità nel settore medicale
Aeronautica e Stampa 3D
Webinar gratuito "La Digitalizzazione del Condition Monitoring alla base dell'Asset Management"
Gruppo soffiante a lobi e a vite
Quarant’anni all’avanguardia nel settore dei sistemi di tenuta
Esportatore Autorizzato
Moduli IGBT di Fuji Electric
Motori dinamici ECX Torque 22
EC-i 40 High Torque Brushless
Riduttore Ultra Performance
Motore brushless con driver integrato
Gamma di misuratori e regolatori di portata
Misuratori e regolatori di portata
Regolatore di pressione elettronico
Micro Motori e Micro Motoriduttori
Nuovi prodotti ETA
Rivettatrici a batteria 4.0
Nuovi contattori della serie GIGAVAC GV210 di Sensata Technologies
E COR casse con fissaggio a parete in lamiera d’acciaio
Profibus Tester 5: diagnostica e localizzazione errori in reti PROFIBUS DP e PA
HandySCAN BLACK
Servomotore ad albero cavo miniaturizzato
Come ridurre tempi e costi con VERICUT FORCE
Miniature D04/M05/0507
Termocamere altamente configurabili
Controllore di potenza elettrica
Rivettatrici a batteria 4.0
E COR casse con fissaggio a parete in lamiera d’acciaio
HandySCAN BLACK
Come ridurre tempi e costi con VERICUT FORCE
Sistema di allineamento laser Rotalign Touch
Vibscanner II con MQTT
Vibguard IoT
Sensore IIoT per monitoraggio quadri elettrici
Quando una maschera da sub diventa un respiratore
Profiler ottico