Motori elettrici ad alto rendimento

  Richiedi informazioni / contattami

Con l'utilizzo del controllo elettronico della velocità e motori ad alta efficienza energetica, in Europa le emissioni di CO2 potrebbero essere ridotte di 69 milioni di tonnellate

Motori & Azionamenti

Motori elettrici ad alto rendimento
Motori elettrici ad alto rendimento

Un motore elettrico è una macchina elettrica che, data una potenza in ingresso di tipo elettrico, restituisce in uscita una potenza di tipo meccanico, il cui funzionamento si basa sul principio del campo magnetico rotante. Quindi gli azionamenti elettrici costituiscono il legame tra la fornitura di energia elettrica e la maggioranza dei processi meccanici che richiedono una grande quantità di energia. Se i vecchi sistemi nell'industria europea, nel commercio e nei servizi pubblici, che hanno funzionato per decenni venissero tutti sostituiti da moderni sistemi di azionamento, questo si tradurrebbe in un risparmio energetico annuo di 135 miliardi di kWh. Utilizzando il controllo elettronico della velocità e motori ad alta efficienza energetica, in Europa le emissioni di CO2 potrebbero essere ridotte di 69 milioni di tonnellate.

La Norma internazionale IEC 60034-30:2008 definisce le classi di rendimento IE1 (efficienza standard), IE2 (efficienza elevata) e IE3 (efficienza premium) per i motori trifase. Questo assicura una base comune internazionale per la progettazione e la classificazione dei motori, nonché per le attività legislative nazionali. Il Regolamento della Commissione (CE) 640/2009, adottato il 22 luglio 2009, specifica i requisiti in materia di progettazione ecocompatibile per i motori elettrici e l'uso del controllo elettronico della velocità.

La capillare diffusione dei motori a livello industriale, nell'ordine di oltre 19 milioni di unità installate ad oggi in Italia, di cui oltre 12,5 Milioni di potenza inferiore a 90 kW, fa sì che i tre quarti dell'energia elettrica consumata nel settore industriale in Italia sia attribuibile al funzionamento dei motori elettrici, valore che corrisponde a circa il 40% del consumo elettrico nazionale. Secondo le più recenti stime, in Italia circa il 50% dei motori installati è asservibile alla classe IE2, mentre la classe IE3 rappresenta ad oggi una porzione ridotta, dell'ordine del 10\15%. Considerati questi dati, il tema dell'efficienza energetica assume un'importanza preponderante. L'efficienza energetica costituisce un fattore importante per un motore elettrico anche perché il costo dell'energia consumata rappresenta nel ciclo di vita utile del prodotto una porzione importante del total cost of ownership (TCO).

Se tutti i motori elettrici installati a livello industriale appartenessero alla classe di efficienza IE3, si otterrebbe un risparmio annuo di energia elettrica di circa 7 TWh, con la sostituzione di circa 15 milioni di motori ed un giro complessivo corrispondente di 67,5 mld €. Se si considerano anche le nuove installazioni di motori elettrici attese da qui al 2020, nel caso in cui fossero di classe IE3, si stima di ottenere un ulteriore risparmio annuo teorico a regime di circa 0,2 TWh elettrici, per un volume d'affari di circa 700 milioni € all'anno. Grazie all'uso di tecnologie efficienti esiste dunque il potenziale teorico di ridurre di circa il 6% il consumo annuo di elettricità in Italia dovuto all'utilizzo di motori elettrici nel settore industriale.

Considerando la sostituzione di motori elettrici attualmente installati con dispositivi ad alta efficienza di classe IE2, si otterrebbe un risparmio annuo di energia elettrica stimabile in 4,6 TWh, con la sostituzione di circa 14,7 milioni di motori ed un giro d'affari complessivo corrispondente a 43,4 miliardi di euro. Infine, considerando le diverse applicazioni dei motori elettrici (ad esempio pompe, compressori e ventilatori) e l'attuale tasso di diffusione degli inverter (stimato nell'ordine del 7-10% variabile in base alle diverse applicazioni), se tutti i motori elettrici per cui l'inverter risulta tecnicamente applicabile ne fossero effettivamente dotati, si otterrebbe un risparmio annuo di energia elettrica stimabile in circa 10,2 TWh, con l'adozione di circa 7 milioni di inverter ed un giro d'affari complessivo corrispondente di circa 27 mld €. Se si considerano anche le nuove installazioni di motori elettrici ed i medesimi tassi di applicabilità degli inverter, si ottiene un ulteriore risparmio annuo teorico di circa 1 TWh elettrico, per un volume d'affari di circa 323,5 milioni € all'anno.

Pubblicato il 23 Giugno 2015 - (115 views)
ANIE Energia
Via Lancetti 43
20158 Milano - Italy
+39-02.3264.228
+39-02.3264.217
Visualizza company profile
Mappa
Articoli correlati
Il controller compatto comunica tramite EtherCAT
Brushless integrato e CNC, IP65 e assoluto
Riduttori per macchine utensili
Ingranaggi serie economica
Sistema di azionamento Plug & Play
Motorullo a 24 VDC
Sistemi di posizionamento
Massima precisione per sistemi di cambio utensile automatici
Trattamento anticorrosione
Riduttori epicicloidali per motori
Motore flat per coppie elevate
Cuscinetti radiali rigidi a sfere in acciaio inox
Servomotore integrato customizzato
Cambio formato per macchine
Motori sincroni a riluttanza
Motoriduttori per nastri trasportatori
Unità automotive
Cuscinetti a strisciamento
Cuscinetti e unità lineari lubrificati
SERIE BSR BONFIGLIOLI
Brushless integrato e CNC, IP65 e assoluto
Riduttori per macchine utensili
Motore flat per coppie elevate
Cambio formato per macchine
Massima precisione per sistemi di cambio utensile automatici
Nuovi analizzatori per la manutenzione dei motori MDA-510 e MDA-550
Motoriduttori per nastri trasportatori
Drive applicativi su misura
Attuatori con montaggio in rilievo
Organi di trasmissione