Picotronik, la ripresa dopo il terremoto

  Richiedi informazioni / contattami

intervista al Dott. Luca Dotti, titolare di Picotronik, che ci parla della situazione attuale nell'azienda di Mirandola

Elettronica & Componenti Elettrici

L'edificio Picotronik prima del terremoto
L'edificio Picotronik prima del terremoto
Luglio 2012: proseguono i lavori di ricostruzione dopo il sisma
Luglio 2012: proseguono i lavori di ricostruzione dopo il sisma

Picotronik progetta, produce e commercializza schede ed apparecchiature per il settore medicale, automotive, logistica militare, chimico, alimentare ed industriale, anche per conto terzi su specifica del cliente. L'azienda è di Mirandola, località San Giacomo Roncole, proprio al centro della zona colpita, lo scorso maggio, dal violento sisma. Con il titolare di Picotronik, Luca Dotti, la redazione di Ien Italia ha cercato di capire come è la situazione attuale.

Sig. Dotti, a poco più di un mese dal terremoto, in prossimità dell'epicentro, come state cercando di affrontare questa situazione? Quali sono le condizioni di lavoro attuali?

Bisogna anzitutto affermare come il sisma più distruttivo, sia a livello emotivo che per danni materiali, sia stato quello del 29 maggio, giunto a nove giorni di distanza dal precedente. La stessa potenza del sisma è stata notevolmente maggiore nel secondo caso. Sebbene i comunicati ufficiali abbiano parlato di scosse inferiori al sesto grado della scala Richter, i danni provocati sono attribuibili senza dubbio a un terremoto di livello superiore. Anche la nostra azienda ha subito ingenti danni, ma nonostante la drammaticità della situazione mi sono subito mobilitato riuscendo, attraverso mezzi di fortuna, a mettermi in contatto con clienti, fornitori, banche, dipendenti ecc. Il 4 giugno ho avviato i primi lavori di messa in sicurezza, e ho poi allestito, all'interno di un container, un laboratorio di produzione d'emergenza per le commesse più urgenti.

Come hanno reagito i clienti? Avete notato dei cambiamenti di aspettativa e atteggiamento?

Tutti ci hanno trasmesso messaggi di conforto e hanno manifestato la volontà di "aspettarci", soprattutto dopo essersi resi conto che ci siamo mobilitati da subito per far fronte alle prime necessità.

Qual è il quadro generale della zona industriale colpita dal sisma?

Il 98% delle aziende è stato danneggiato, tra cui anche quelle localizzate in edifici nuovi e considerati antisismici. Le grosse imprese sono ferme e stanno progettando i vari interventi a medio termine ma, poiché devono pensare alla continuità delle forniture, hanno scelto di delocalizzare la produzione al di fuori della zona colpita. Le piccole aziende come la nostra, al contrario, stanno riorganizzandosi sotto a tensostrutture o containers, o spostando le attività in aree esterne al comune. Quelle meno danneggiate, invece, sono già ripartite con la produzione.

Come vede la ripresa futura: se dovesse immaginare la situazione da qui a un anno che idea si farebbe? Cosa pensa sia necessario per aiutare effettivamente la ripresa?

Conto di rientrare in azienda a metà settembre, e a ottobre di avere ripristinato il 90% del nostro edificio. Tutte le aziende di Mirandola e dintorni dovrebbero essere operative entro fine anno, anche se solo parzialmente. IEN: Per quanto riguarda direttamente la vostra azienda, può presentarci maggiormente le tipologie di prodotto che mettete sul mercato? Picotronik progetta, produce e commercializza apparecchiature elettroniche per la visualizzazione di temperature, peso, umidità e pressione. Commercializziamo celle di carico costruite in Cina su nostra specifica, e rivendiamo sensori di temperatura, pressione e umidità. La maggior parte della nostra attività consiste però nel progettare e produrre schede e apparecchiature su specifica del cliente.

Quali sono i settori a cui vi rivolgete maggiormente?

Medicale, industriale, led-lighting e, in minor parte, automotive e militare. In conclusione vorrei dedicare questo articolo a tutte le persone, gli operai e i titolari di azienda deceduti in conseguenza al terremoto, e in particolar modo a Enea.

Pubblicato il 12 Settembre 2012 - (4652 views)
Picotronik Srl
Via Martiri delle Foibe n° 2 Località S.Giacomo Roncole
41037 Mirandola - Italy
+39-0535 27176
+39-0535 27188
Visualizza company profile
Mappa
Più prodotti da questo inserzionista
Celle di carico e piatti bilancia
Visualizzatore di grandi dimensioni
Celle di carico
Indicatore palmare
Indicatore digitale ad alte prestazioni
Terminale palmare multifunzione
Selezionatore-discriminatore rapido
Visualizzatore a grande distanza Pioneer
Display multifunzione per visualizzare a grande distanza
Megadisplay a distanza per segnalare anomalie
Trasmettitore seriale
Amplificatore analogico
Indicatore ad alte prestazioni
Celle di carico
Indicatore multifunzione PS-12
Trasmettitore di UR% e °C
Programmatore rampe PK10
Scanner - indicatore multicanale
Potenti display da 1.000 mm
Trasmettitore seriale da 1 a 4 ingressi
Visualizzatore di grandi dimensioni
Visualizzatore a grande distanza Pioneer
Indicatori con display giganti
Trasmettitore di umidità e temperatura
Indicatore multifunzione
Programmatore rampe
Megadisplay a distanza per segnalare anomalie
Trasmettitori di pressione differenziale WIND
Indicatore per celle di carico
Trasmettitore di umidità e temperatura
Articoli correlati
l'interruttore di sicurezza modulare ed il sistema di trasferimento chiavi SAFEMASTER® STS di DOLD
Prodotti e soluzioni tecniche su misura
Scheda robot Makerfactory Hexapod
Renkforce GSHS800 Switch ethernet
Tre connettori push-pull per applicazioni industriali futuristiche
Interruttori di sicurezza
Configuratore di isole di valvole
Serie TEL 10WI
Risparmia 10 secondi di produzione per ogni cavo identificato
Cosa devono sapere gli ingegneri industriali sulla sicurezza funzionale
Interruttore con elettromagnete
Interruttori con tecnologia RFID
Machine controller card
Convertitore CC/CC SIP8
Machine Controller Card
Termoregolazione industriale
Controllo processi e qualità
Interfaccia uomo-macchina
Interruttori di sicurezza con elettromagnete
Varianti con dispositivi di comando