Ad A&T le nuove soluzioni per la robotica di SICK

  Richiedi informazioni / contattami

Nuovi sensori intelligenti e sistemi di visione di ultima generazione

Ad A&T le nuove soluzioni per la robotica di SICK
Ad A&T le nuove soluzioni per la robotica di SICK

SICK torna alla nuova edizione di A&T (Stand D2 D4 E1 E3) con alcune demo che faranno comprendere meglio il ruolo dei sensori intelligenti e dei sistemi di visione nella robotica di ultima generazione.

MicroScan3

La sicurezza per la collaborazione a stretto contatto con i robot è garantita da soluzioni di estrema precisione, come il nuovo laser scanner di sicurezza microScan3, che utilizza la tecnologia basata sul tempo di propagazione della luce per monitorare aree fino a 275° con un campo di protezione fino a 5,5 metri.

AppSpace

SICK ha sviluppato per i propri clienti AppSpace, un ecosistema composto da AppStudio, un ambiente di sviluppo per la creazione di applicazioni, e da un’ampia gamma di sensori programmabili per l’elaborazione immagini, l’identificazione e la misura. Arricchito con il modulo di runtime della libreria per l’elaborazione di immagini HALCON, da svariati algoritmi sviluppati da SICK e da una vasta scelta di funzioni di base, AppStudio permette l’esecuzione delle applicazioni direttamente sugli hardware predisposti.

TriSpector1000

Un altro prodotto è TriSpector1000, il primo sensore di visione in 3D basato sul principio di triangolazione laser che si configura in modo semplice e permette di effettuare ispezioni direttamente a bordo della camera, senza necessità di utilizzare linguaggi di programmazione. Ideale per applicazioni di controllo qualità in tutte le fasi di produzione e per la guida robot.

Comunicazione e condivisione di dati

Il vero potenziale degli Smart sensor è la loro capacità di elaborare internamente le informazioni di processo e di servizio restituendole in tempo reale tramite protocollo di comunicazione IO-Link. Numerosi sono i sensori SICK che utilizzano questa interfaccia, tra i quali la famiglia PowerProx MultiTask composta da quattro tipologie di sensori fotoelettrici (Distance, Speed, Precision e Small) che identificano la presenza in modo affidabile e veloce di oggetti piatti e piccoli, lucidi o di colore nero, a distanze operative comprese tra 50 mm e 3800 mm. Tecnologia del tempo di volo, laser in classe 1 non dannoso per gli occhi, ottica altamente prestazionale ed un’elevata frequenza di lavoro consentono di raggiungere risultati di identificazione presenza affidabili anche in situazioni difficili, bassissimi fattori di vista e con altissima immunità alla luce ambientale. Fattori che rendono questa serie perfetta per qualsiasi applicazione robotica.

Pubblicato il 21 Aprile 2017 - (911 views)
Articoli correlati
Soluzioni di taglio innovative per industrie hi-tech
Pulsanti con contatto NO integrato
Due premi per Analog Devices
Best Distributor Award per Avnet Abacus
Il caso Andritz: Manutenzione ed Efficienza 4.0
Efficienza energetica, digitalizzazione e Life Cycle Cost Management
I sensori smart: non una tendenza, ma una necessità strategica
Rilevatore di dati autonomo
Unità per la trasmissione remota dei dati
Trasmettitori del livello di pressione
Soluzioni personalizzate
Misuratori EL-FLOW Prestige
Misuratore di portata minuscolo
Hardware Forum Italy
Distributore di elettronica
Cuscinetti obliqui
Sistema di sicurezza wireless
Servomotori BXT
Teste a snodo RODOBAL
Trasmettitori di Pressione Linea D e Linea X
Come ottenere stampe 3D professionali a costi contenuti
Motion Controller ampliato con EtherCAT
maxon: un nuovo brand chiaro, coerente, preciso
ENCODER A FILO PER LUNGHEZZE FINO A 6 M
Software per tornitura
Pinze robotiche flessibili
Stampante 3D Stratasys F120
Laser scanner di sicurezza outdoor
SmartMotor: brushless con integrato driver e PROFINET
Telecamera acustica industriale Fluke ii900