Rittal presente all’università di Torino

  Richiedi informazioni / contattami

per un convegno sui quadri elettrici a bordo macchina

Rittal presente all’università di Torino
Rittal presente all’università di Torino

Continua la collaborazione tra Rittal ed il mondo accademico, per promuovere l'aggiornamento e l'informazione degli professionisti attuali e futuri. In quest'ambito si inserisce la partecipazione dell'azienda al convegno "Equipaggiamenti elettrici delle macchine: il componente quadro elettrico e le sue prestazioni", tenutosi lo scorso 8 novembre 2012 presso l'Aula Magna del Politecnico di Torino. Durante la giornata, organizzata dal Politecnico di Torino - sede di Alessandria - e con il patrocinio di Confindustria, si sono alternati sul podio rappresentanti del mondo accademico, come il prof. Vito Carrescia, e industriale, grazie ai contributi di Rittal e Firpo. È stata così offerta una panoramica completa, che ha analizzato il tema a partire dalla attuale situazione normativa per continuare con la valutazione dei principali aspetti rilevanti in termini progettuali e concludere con un focus sull'efficienza energetica. Grazie alla sua esperienza, Rittal ha contribuito a questa giornata fornendo contenuti tecnici di grande rilievo. Edgardo Porta, Direttore Marketing dell'azienda, ha accompagnato i presenti in un'approfondita analisi dei criteri di qualità legati ai quadri a bordo macchina, sottolineando come i sistemi di automazione debbano necessariamente essere alloggiati in contenitori in grado di garantirne il sicuro e duraturo funzionamento e come su questa condizione basilare siano da determinare i parametri di scelta del tipo di contenitore più adeguato.

Luca de Pari, Product Specialist Climate Control e System & Customer Support, ha invece approfondito il tema dell'efficienza dei componenti di condizionamento per i quadri bordo macchina, un concetto da non ridurre al semplice ottenimento di un risparmio energetico, ma da considerare nel complesso dell'intero processo che richiede tale componente attivo. In tal senso, una corretta progettazione e valutazione dei parametri di campo è fondamentale per identificare i prodotti più adatti a garantire affidabilità, risparmio energetico e riduzioni di fermo impianto, rendendo possibile un'efficienza che si concretizza quindi anche in un maggiore ritorno dell'investimento legato all'apparecchiatura.

Pubblicato il 30 Novembre 2012 - (105 views)
Articoli correlati
Controllo e tracciabilità dell'avvitatura con un'unica centralina
Martello senza fili
Termocamere a infrarossi a elevata sensibilità termica
L'importanza della sicurezza alimentare
Taglio in metallo duro
Nuovi posizionatori con bus di campo integrato per cambio formato
Si conferma un altro anno di crescita per SKF
SICK è 4.0 NOW
Nuova partnership in casa Roboze
Flir parteciperà ad Automation & Testing
A&T 2019: Human Based Technology
SURT - Trasmettitore di UR% e °C
PS12 - Indicatore multifunzione
PK10 - Programmatore rampe
Scanner - Indicatore multicanale
EPOS4 con EtherCAT
Interazione di componenti di azionamento
Sistemi di azionamento meccatronici
Sistema di avvitatura elettronico
RODOGRIP di Getecno
Controllo e tracciabilità dell'avvitatura con un'unica centralina
Termocamere a infrarossi a elevata sensibilità termica
Nuovi posizionatori con bus di campo integrato per cambio formato
Trasmettitori di livello
Sistema di avvitatura elettronico
Curvatrice per tubazioni idrauliche
Attuatore lineare elettrico
Trasmettitori di pressione piezoresistivi
Essiccatori con riscaldamento a compressione
Viti a ricircolazione di sfere