Rittal presente all’università di Torino

  Richiedi informazioni / contattami

per un convegno sui quadri elettrici a bordo macchina

Rittal presente all’università di Torino
Rittal presente all’università di Torino

Continua la collaborazione tra Rittal ed il mondo accademico, per promuovere l'aggiornamento e l'informazione degli professionisti attuali e futuri. In quest'ambito si inserisce la partecipazione dell'azienda al convegno "Equipaggiamenti elettrici delle macchine: il componente quadro elettrico e le sue prestazioni", tenutosi lo scorso 8 novembre 2012 presso l'Aula Magna del Politecnico di Torino. Durante la giornata, organizzata dal Politecnico di Torino - sede di Alessandria - e con il patrocinio di Confindustria, si sono alternati sul podio rappresentanti del mondo accademico, come il prof. Vito Carrescia, e industriale, grazie ai contributi di Rittal e Firpo. È stata così offerta una panoramica completa, che ha analizzato il tema a partire dalla attuale situazione normativa per continuare con la valutazione dei principali aspetti rilevanti in termini progettuali e concludere con un focus sull'efficienza energetica. Grazie alla sua esperienza, Rittal ha contribuito a questa giornata fornendo contenuti tecnici di grande rilievo. Edgardo Porta, Direttore Marketing dell'azienda, ha accompagnato i presenti in un'approfondita analisi dei criteri di qualità legati ai quadri a bordo macchina, sottolineando come i sistemi di automazione debbano necessariamente essere alloggiati in contenitori in grado di garantirne il sicuro e duraturo funzionamento e come su questa condizione basilare siano da determinare i parametri di scelta del tipo di contenitore più adeguato.

Luca de Pari, Product Specialist Climate Control e System & Customer Support, ha invece approfondito il tema dell'efficienza dei componenti di condizionamento per i quadri bordo macchina, un concetto da non ridurre al semplice ottenimento di un risparmio energetico, ma da considerare nel complesso dell'intero processo che richiede tale componente attivo. In tal senso, una corretta progettazione e valutazione dei parametri di campo è fondamentale per identificare i prodotti più adatti a garantire affidabilità, risparmio energetico e riduzioni di fermo impianto, rendendo possibile un'efficienza che si concretizza quindi anche in un maggiore ritorno dell'investimento legato all'apparecchiatura.

Pubblicato il 30 Novembre 2012 - (106 views)
Articoli correlati
2018 positivo per Sick
SmartMotor: brushless con integrato driver e PROFINET
I 30 anni della filiale danese di NORD Drivesystem
Cambia immagine il sito di Ct Meca
Espansione catalogo Conrad
Set professionale TOOLCRAFT con pinza crimpatrice
Parker ottiene certificazione IATF
Edizione 2019: MaintenanceStories da record
Micro motori e riduttori Brushless DC e Coreless DC
Telecamera acustica industriale Fluke ii900
Comandi di posizionamento
Azionamenti potenti a tutti i livelli
Motore flat per coppie elevate
Regolatore di portata dei flussi
Regolatore elettronico di pressione
EL-FLOW PRESTIGE: MISURATORI DI PORTATA
Motore brushless con driver integrato
Interruttori di sicurezza con blocco
Varianti con dispositivi di comando
Maniglie di sicurezza
SmartMotor: brushless con integrato driver e PROFINET
Telecamera acustica industriale Fluke ii900
E-Mobility, apparecchiature per la verifica delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici
Misuratore termico di aria compressa
Lettore multicodice O2I
Apertura delle porte di sicurezza confortevole ed ergonomica
Chiavi a rullino
VEGAPULS 64: un sensore radar per la misura di livello continua su liquidi
E DUP: Double Layer Protection
Modulo trasportatore lineare