Un parco solare per Schaeffler

In Germania, l'azienda ha acquistato una centrale fotovoltaica con una superficie totale di oltre 10 ettari e una capacità installata di quasi 10 MW-picco, un passo verso l'autoproduzione del fabbisogno energetico

  • 3 Febbraio 2023
  • 1966 views
  • L'energia verde da fotovoltaico è una parte fondamentale della strategia di decarbonizzazione di Schaeffler
    L'energia verde da fotovoltaico è una parte fondamentale della strategia di decarbonizzazione di Schaeffler
  • Il parco solare di Kammerstein fornirà il due per cento dell'elettricità richiesta dalle sedi Schaeffler in Germania
    Il parco solare di Kammerstein fornirà il due per cento dell'elettricità richiesta dalle sedi Schaeffler in Germania

Schaeffler ha acquistato un parco solare a Kammerstein in Baviera, Germania, da BayWa r.e. AG. Il parco solare copre un'area totale di 10,7 ettari (poco più di 26 acri) e ha una capacità installata di 9,9 MW-picco, sufficiente a fornire circa il due per cento dell'elettricità richiesta dalle sedi Schaeffler in Germania. L'acquisizione rappresenta un ulteriore traguardo nella strategia di decarbonizzazione dell'azienda, che mira a soddisfare il 10% del proprio fabbisogno energetico globale con energia elettrica rinnovabile autoprodotta entro il 2025, aumentando al 25% entro il 2030. Le parti hanno concordato di non divulgare i dettagli finanziari della transazione.

«L'acquisizione del parco solare di Kammerstein è un altro importante risultato nell'attuazione della nostra Roadmap per la sostenibilità, che stiamo perseguendo con successo e con grande determinazione», dichiara Klaus Rosenfeld, CEO di Schaeffler AG.

Matthias Taft, CEO di BayWa r.e. AG afferma: «Siamo ora nel decennio decisivo per il raggiungimento dell'obiettivo di 1,5 gradi e aziende come Schaeffler svolgono un ruolo centrale in questo ambito. Uno degli obiettivi principali di BayWa r.e. AG è promuovere la rivoluzione energetica nelle aziende di ogni dimensione attraverso soluzioni energetiche personalizzate. Siamo quindi lieti di sostenere Schaeffler nel raggiungimento dei suoi obiettivi di sostenibilità e di contribuire attivamente al raggiungimento dei target climatici globali attraverso progetti come il parco solare di Kammerstein». 

Neutralità produttiva entro il 2030

Per rendere la propria produzione interna climaticamente neutra entro il 2030 (Scope 1 e 2), Schaeffler sta mettendo in atto misure per ridurre le emissioni implementando l’uso delle energie rinnovabili nei propri stabilimenti. Il passaggio dell'azienda all'energia solare è già ben avviato con la firma nel settembre 2022 di un contratto per la fornitura di energia elettrica a lungo termine con Statkraft Markets GmbH, avvicinandosi così all'obiettivo di soddisfare l'11% del proprio fabbisogno di energia elettrica in Germania con il fotovoltaico entro il 2023. Schaeffler sta inoltre adottando misure proattive per espandere la propria capacità di autogenerazione di energia presso le sue sedi, con l'obiettivo di essere in grado di soddisfare circa il 10% del proprio fabbisogno energetico totale in Germania utilizzando i propri impianti fotovoltaici entro il 2025. Nel dicembre 2022 l'azienda ha installato circa 1.850 metri quadrati di pannelli fotovoltaici sul tetto della sede centrale di Herzogenaurach, con l'obiettivo di generare 341 megawattora di elettricità all'anno. Entro il 2024 Schaeffler prevede di soddisfare il 100% del fabbisogno elettrico della sede di Höchstadt con l'energia solare generata da un vicino parco solare.

«L'elettricità deve essere generata in modo sostenibile, affidabile e sempre disponibile», aggiunge Andreas Schick, Chief Operating Officer di Schaeffler AG. «Per questo motivo la nostra strategia in Schaeffler prevede non solo la stipula di contratti di fornitura a lungo termine, ma anche l'aumento della nostra capacità di autoproduzione e la generazione di un quarto del fabbisogno energetico di tutte le sedi Schaeffler nel mondo da risorse proprie entro il 2030. Il parco solare di Kammerstein è un passo importante in questa strategia, e ulteriori misure sono in programma.»