Manutenzione vs produzione: due punti di vista solo apparentemente in contrapposizione

  Richiedi informazioni / contattami

Una impresa ferroviaria è una impresa di servizi, che produce un bene che non può essere immagazzinato, vende un trasporto, che quasi mai può essere richiesto, ma anche prodotto e venduto in modo estemporaneo

Divide et regola. Una rete, molte imprese ferroviarie, la ricchezza della liberalizzazione (Piacenza, gennaio 2011)
Divide et regola. Una rete, molte imprese ferroviarie, la ricchezza della liberalizzazione (Piacenza, gennaio 2011)
La manovra, senza la quale non vi sarebbe trasporto merci per ferrovia (Piacenza, gennaio 2011)
La manovra, senza la quale non vi sarebbe trasporto merci per ferrovia (Piacenza, gennaio 2011)
Teoria di carri alte sponde e tramogge pronti per il carico (Porto di Odessa, agosto 2008)
Teoria di carri alte sponde e tramogge pronti per il carico (Porto di Odessa, agosto 2008)

Una impresa ferroviaria deve produrre e vendere servizi di trasporto, di persone ovvero di merci, con criteri di efficienza e di efficacia non dissimili dalla industria manifatturiera. Una impresa ferroviaria è una impresa di servizi, che produce un bene che non può essere immagazzinato, vende un trasporto, che quasi mai può essere richiesto, ma anche prodotto e venduto in modo estemporaneo, come succede nel trasporto stradale, per tanti motivi, in primis la disponibilità limitata sul territorio di infrastrutture ferroviarie, i binari non arrivano ovunque, ed i treni sono disponibili solo in luoghi particolari, che chiamiamo solitamente depositi o terminali e, non meno importante, sono anche una risorsa scarsa e costosa.

Per questo motivo ogni impresa ferroviaria deve gestire al meglio questi preziosi asset, cercando la soluzione ottima in un sistema limitato, dove i vincoli principali sono:

 - la scarsità di mezzi;

- la disponibilità di mezzi in siti diversi da dove servono;

- la disponibilità di personale per la manovra, formazione, verifica, condotta e scorta del materiale rotabile;

- il rispetto degli orari concordati sia con il cliente, ma anche con il Gestore della Infrastruttura ferrovia, che vende ad una impresa ferroviaria uno spazio sulla rete, detto traccia, equivalente in tutto e per tutto ad uno slot in un aeroporto ovvero una rotta in cielo. Tutto ciò richiede che la impresa ferroviaria abbia una regia che coordina queste risorse, che garantisca la produzione del servizio in condizioni economicamente vantaggiose per l'impresa, questa è la sala operativa. In funzione delle dimensioni della impresa ferroviaria la sala operativa può svolgere entrambe le funzioni di fleet management di produzione, così come quella di manutenzione. Talvolta invece le risorse sono distinte, anche fisicamente separate. "Fleet management" è un termine inglese che significa non solo "gestione della flotta", ma "gestione in sicurezza, efficacia ed efficienza" dei veicoli sia di trazione che rimorchiati in dotazione alla impresa ferroviaria.

Come in ogni impresa la produzione prevale sulla manutenzione e storicamente la gestione della flotta da parte di una impresa ferroviaria riduceva la gestione della manutenzione a bisogno contingente, un derivato di valore marginale della produzione; la manutenzione è lungamente stata per molti se non per tutti, e lo è ancora oggi, un mero centro di costo, perché vista come l'opposto della produzione. Eppure oggi il concetto di fleet management di gestione assume una sua dignità anche a livello normativo, diventando una delle quattro funzioni che viene imputata all'ECM, ovvero al soggetto responsabile della manutenzione dei mezzi ferroviari. L'ECM ha anche la facoltà di acquistarla da parte di soggetti esterni, delegando in tutto od in parte a terzi l'esecuzione di questa funzione. Il fleet management di manutenzione garantisce alla produzione che il mezzo a loro disposizione in un certo sito sia efficiente ed idoneo alla trazione del treno, qualora si parli di una locomotiva, ovvero al carico di un contenitore nel caso di carro merci. Gestire la manutenzione va ben oltre l'aggiornamento della lista delle date di scadenza dei singoli veicoli, ma ricavare un serie di indici che misurino l'usura e lo stato del veicolo ferroviario.

Gestire una flotta in funzione della manutenzione, come sopra definita, significa avere:

- personale che si interfacci con la produzione, anche di più imprese ferroviarie, al fine di avere una situazione aggiornata dei movimenti dei mezzi ferroviaria;

- personale che conosca sia i processi di manutenzione che della produzione e circolazione dei mezzi ferroviari;

- personale che abbia evidenza delle condizioni contrattuali che regolano eventuali servizi di noleggio veicoli così come di service di manutenzione; - conoscere dove i mezzi vengono usati, poiché un veicolo ferroviario può operare anche in ambito internazionale;

- conoscere o riuscire a ricostruire il profilo di immissione del mezzo, perché dall'uso che se ne fa ne deriva la programmazione della manutenzione;

- verificare l'efficacia e l'efficienza della manutenzione attraverso l'elaborazione di indici sintetici, tecnici ed economici, che la misurino in modo univoco e non passibile di libertà di interpretazione;

- raccogliere e rendere disponibili alla ingegneria di manutenzione tutte i ritorni di esperienza necessari per migliorare il processo manutentivo.

Articolo tratto da Manutenzione Maggio a cura di Giuseppe Cavalleri, Segretario e Tesoriere ManTra

Leggi il resto dell' editoriale sul numero di Maggio di Manutenzione : http://digital.manutenzione-online.com/digitalMagazine?issue_id=249

Pubblicato il 5 Giugno 2012 - (125 views)
TIMGlobal Media Media Srl Con Socio Unico
Centro Commerciale Milano San Felice, 2
20090 Segrate - Italy
+39-02-7030631
+39-02-70306350
Visualizza company profile
Descrizione

Dal 1975 TIMGlobal Media (già Thomas Industrial Media) si propone l’obiettivo di soddisfare le esigenze dei professionisti industriali attraverso la divulgazione delle più aggiornate informazioni sul mercato.

Attraverso riviste cartacee, contenuti digitali e multimediali, TIMGlobal Media rappresenta una fonte di informazioni specifiche per tutti i processi di acquisto industriali.

Copriamo l'intero territorio europeo con Ie riviste IEN Europe, PCN Europe, Energy Efficiency: Business & Industry, mentre per i diversi mercati nazionali offriamo: IEN D-A-CH in Germania; PEI e ECI Electronique Composants & Instrumentation in Francia; IEN Italia, Il Distributore Industriale, Manutenzione-Tecnica & Management, CMI-Costruzione e Manutenzione Impianti in Italia; Endüstri Dünyasi in Turchia. Il nostro obiettivo è quello di rappresentare al meglio il punto di contatto tra acquirenti e fornitori ed essere il fornitore di soluzioni per l'intero processo di acquisto industriale.

Raggiungiamo questo obiettivo divulgando conoscenza tecnica, supportando la ricerca di nuovi fornitori, fornendo informazioni aggiornate sui prodotti e sulle aziende e offrendo vantaggi concreti a inserzionisti e utenti.

Se la tua azienda ha bisogno di essere promossa in Germania, Francia, Italia, Turchia o in tutta Europa, TIMGlobal Media ti può offrire un mix personalizzato di servizi di marketing, pubblicità e attività redazionali attraverso un panorama completo di supporti cartacei, digitali e online.

Mappa
Più prodotti da questo inserzionista
Vinci un Premium Pass per HANNOVER MESSE 2013
Soluzioni tecnologiche per la strumentazione di misura e controllo
SPS Italia: i segreti di una seconda edizione da record
Alla scoperta del Canada, l’american dream del terzo millennio
Lavoro: cosa cambia con la "Riforma Fornero"
Energia+Empatia=Leadership al quadrato
E-commerce: Italia agli ultimi posti in Europa
I vantaggi delle partnership tra diverse tipologie di azienda
L’importanza dell’email marketing nelle strategie d’impresa
Green economy: mercato in standby o bolla finanziaria?
Articoli correlati
Digital Energy a HANNOVER MESSE 2019
Air Liquide rinnova la collaborazione con ABS
Omron ha ospitato l’ottavo Summit F45
«Associarsi a FNDI per fare fronte comune alle sfide del mercato»
FNDI rinnova la Presidenza e gli Organi Direttivi
USAG al fianco di MTS con i professionisti del motorsport
La due giorni promossa da Stahlwille sulle novità della UNI EN ISO 6789:2017
Oliver Jung è il nuovo presidente del CdA di Festo
Ottimi risultati per Stima alla recente edizione di EIMA
Strumento per prove di tenuta impianti
Amplificatore con contenitore stagno IP65
Trasmettitore per celle di carico
Indicatore con risoluzione a 100.000 punti
Automation & Testing 2019
Sistema autoserrante
Celle di carico
Nuovo sito per clienti business
Valvole e pressostati
Distribuzione componenti meccanici
Sensing Technology
Misuratore per lo stoccaggio delle ceneri
Cuscinetti radiali orientabili
Flussimetri per liquidi e diluenti
Pressostato con IO-Link
Sensori di flusso intercambiabili
Cilindri pneumatici con profilo estruso
Nylon12 CF: la soluzione ideale per la produzione di attrezzaggi robusti
Misuratore di prodotti chimici
Dispositivo per la sicurezza funzionale
Sensore di pressione per applicazioni igienico sanitarie
Misuratore per lo stoccaggio delle ceneri
Sensori di flusso intercambiabili
Etichetta per provette PCR
Nylon12 CF: la soluzione ideale per la produzione di attrezzaggi robusti
Dispositivo per la sicurezza funzionale
Inserto per scanalatura in metallo duro
Teste di barenatura digitali
Microprocessore con DRP
Sistemi di posizionamento assoluto
Compact Dosing Solution: il sistema di dosaggio per microportate!