Il rasoio di Occam

  Richiedi informazioni / contattami

"Si fa inutilmente con molte cose ciò che si può fare con poche cose"

Il rasoio di Occam
Il rasoio di Occam

Il filosofo William of Ockham (noto in italiano come Guglielmo di Occam) è nato nei pressi di Londra nel 1288, entrò nell’ordine francescano in giovane età, studiò all'Università di Oxford, dove in seguito divenne anche docente.

Guglielmo elabora come conseguenza della sua posizione filosofica il principio metodologico cosiddetto del "rasoio", che precorre l'in­venzione vera e propria del metodo scientifico e secondo il quale è inutile formulare più teorie di quelle strettamente necessarie a spiegare un dato fenomeno.

Due importanti formulazioni del cosiddetto rasoio di Ockham rica­vate dai suoi scritti sono:

• «Si fa inutilmente con molte cose ciò che si può fare con poche cose» (frustra fit per plura quod potest fieri per pauciora).

• «Non moltiplicare gli elementi più del necessario» (entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem).

Il metodo proposto dal filosofo suggerisce quindi di scegliere la via più semplice per procedere alle dimostrazioni, optando, qualora ci fossero, più spiegazioni possibili di uno stesso fenomeno per quella che ci pare la più immediata e facilmente attuabile.

Nonostante gli enunciati del filosofo siano stati scritti in un tempo molto lontano appaiono attualissimi e ne possiamo trarre un enor­me insegnamento utile per i tempi che stiamo vivendo. Nelle azien­de sempre più frequentemente le persone si lamentano di non avere tempo e non riuscire a portare a termine gli incarichi della giornata.

Le continue emergenze, il moltiplicarsi degli impegni, gli obiettivi sempre più sfidanti sembrano rendere impossibile il rispetto della pianificazione con conseguente caos e senso di insoddisfazione.

Anche nella vita privata le ore della giornata paiono non bastare mai, anche qui i mille impegni famigliari o ricreativi devono fare i conti con i tempi disponibili e una giusta quantità di sonno.

In quali ambiti possiamo applicare il rasoio di Occam per migliora­re il nostro equilibrio e diventare più efficienti?

Riunioni

Quando organizziamo un incontro fissiamo e rispettiamo l’orario di inizio e soprattutto quello di fine riunione.

Predisponiamo una scaletta, segniamo per ogni argomento i minu­ti necessari per trattarlo e sforziamoci di non sforare il tempo sta­bilito tagliando con il nostro rasoio inutili e barbose divagazioni.

Invitiamo i partecipanti ad intervenire restando nel tema e por­tando soluzioni concrete e non stucchevoli teorie non applicabili.

È buona abitudine scrivere un report dell'incontro a patto che ci si concentri solamente su pochi importanti punti trattati, un verbale di molte pagine impegnerà molto del nostro prezioso tempo e ver­rà letto da pochi.

Scrivere mail

Quando ci accingiamo a scrivere chiediamoci come poter essere esaustivi con il minor numero di parole, riserviamo eventuali ap­profondimenti ai file allegati e mettiamo in copia solo le persone interessate all’argomento evitando lunghe liste di colleghi per co­noscenza.

Chiediamo qual è il livello di perfezione e accuratezza del nostro messaggio in base al destinatario e all’importanza dell’argomento.

Evitiamo di rileggere quanto scritto più volte alla ricerca di errori, dopo la seconda rilettura applichiamo il rasoio e premiamo invio.

Prendere decisioni

Impariamo ad utilizzare strumenti decisionali come matrici, ta­belle a doppia entrata, SWOT Analysis. Non rimandiamo le scelte trincerandoci dietro la scusa di non avere sufficienti informazioni, il procrastinare intasa il nostro cervello ed aumenta lo stress. Ta­gliamo via le ipotesi che ci sembrano troppo complicate ed agiamo.

Parlare in pubblico

Nel public speaking possiamo sostenere che un discorso sarà tanto più efficace quanto maggiore sarà la sua capacità di spiegare con­cetti difficili in maniera semplice. Applichiamo il rasoio dovendo spiegare un certo concetto preferendo un’illustrazione semplice e soprattutto sintetica. Alleniamoci a giungere rapidamente al cuore del problema evitando inutili e superflui artifici linguistici e ter­minologie espresse nelle varie lingue del mondo che anziché farci percepire come competenti ci rendono solo incomprensibili, noiosi e stucchevoli.

Attività quotidiane

Una delle migliori qualità di un artista è sapere quando è il mo­mento di dare l'ultimo tocco di pennello e dichiarare il quadro fi­nito, anche nella nostra attività quotidiana chiediamoci spesso se il lavoro che stiamo facendo può essere terminato senza ulteriori investimenti di tempo.

Nel suo libro autobiografico “Open” il grande tennista Andre Agassi scrive: «Se insegui la perfezione, se fai della perfezione il tuo obiettivo ultimo, sai che succede? Insegui qualcosa che non esiste. Rendi infelici tutte le persone intorno a te. Rendi infelice te stesso. La perfezione? Saranno sì e no cinque in un anno le volte che ti svegli perfetto, le volte che non puoi perdere con nessuno, ma non sono quelle cinque volte che fanno un tennista. O un essere umano, se èper questo».

Il meglio è nemico del bene. Nella quotidianità chiediamoci spes­so a cosa serve, a chi andranno in mano, chi userà il lavoro che stiamo svolgendo e decidiamo di conseguenza qual è il livello di perfezione.

Non sprechiamo inutilmente minuti ed energie nel fare cose per­fette quando servono solo fatte abbastanza bene.

Affiliamo il nostro rasoio e usiamolo spesso per avere più tempo per le cose importanti della nostra esistenza regalando a chi lavora e vive con noi semplicità ed efficacia.

Antonio ZanabonI
Trainer e Coach
coach.libra@gmail.com

Pubblicato il 11 Aprile 2019 - (7 views)
Articoli correlati
EUJEPA, le novità dell'accordo in materia d'origine
"NTN-SNR, un marchio tatuato sulla nostra pelle"
Verifica rapida e sicura degli utensili dinamometrici
Più che un distributore, un partner qualificato per l'impresa
Cinghia sincrona a coppia elevata
Dosatore per lubrificatori
Termocamera per rilevamento gas
Nodo IO-Link per valvole
2018 in rialzo per Schaeffler
Certificato Tier II per Fineco
Hardware Forum 2018
Accessori per pneumatica e oleodinamica
Cuscinetti orientabili a rulli schermati
Impianti produttivi efficienti
Cuscinetti e unità lineari lubrificati
Componenti meccanici per l'industria
Consulenza applicativa per utensileria
Maschi per materiali specifici
Utensili a mano multiuso
Sistema di tubi e raccordi
Nodo IO-Link per valvole
Trasmettitori di livello
Strumento per prove di tenuta impianti
Misuratore per lo stoccaggio delle ceneri
Confermarsi un partner affidabile per l’industria di oggi e del futuro
Elettrovalvola per alto vuoto
Distributore non metallico per sistemi di lubrificazione
Analizzatori di ossigeno per l'ottimizzazione della combustione
Tester elettrici senza contatto
Centesimo anniversario di Parker Hannifin
Strumento per prove di tenuta impianti
Misuratore per lo stoccaggio delle ceneri
Analizzatori di ossigeno per l'ottimizzazione della combustione
Tester elettrici senza contatto
Termocamere con App dedicata
Inaugurata una nuova ala dello stabilimento SKF a Villar Perosa
Multimetro con tecnologia Igm