Nasce la fatturazione elettronica tra privati

  Richiedi informazioni / contattami

Il nuovo strumento, facoltativo, sarà in vigore dal 2017

Nasce la fatturazione elettronica tra privati
Nasce la fatturazione elettronica tra privati

Non sarà obbligatoria come quella verso la Pubblica Amministrazione ma a partire dal primo gennaio 2017 anche nel privato si potrà ricorrere alla fatturazione elettronica. Lo prevede il decreto legislativo del Governo sulla fatturazione elettronica approvato lo scorso 21 aprile insieme ad altri due decreti sull’internazionalizzazione delle imprese e l’abuso del diritto, tutti attuativi della delega fiscale.

L’utilizzo del nuovo strumento sarà incentivato da semplificazioni fiscali e amministrative, come la possibilità di non dover ricorrere a comunicazioni relative al cosiddetto “spesometro".

L’obiettivo di queste agevolazioni è infatti proprio quello di potenziare l’utilizzo della fatturazione elettronica, la trasmissione telematica dei corrispettivi, i sistemi di tracciabilità dei pagamenti, e prevedere specifici strumenti di controllo relativamente alle cessioni di beni effettuate attraverso distributori automatici.

Il Governo sottolinea che si tratta di una politica fiscale in linea con l’impostazione OCSE, secondo cui il Fisco deve trasformarsi da controllore a soggetto che facilita gli adempimenti fiscali sfruttando le leve della tecnologia.

Le imprese, i professionisti, i lavoratori autonomi, che sceglieranno la fatturazione elettronica non avranno dunque più alcun obblico di comunicazione relativa allo Spesometro e alle “Black List”, e potranno veloci.

A partire da luglio 2016 inoltre, per facilitare la fase di transizione in vista del la partenza del primo gennaio 2017, l’Agenzia delle Entrate imprese un servizio base per la predisposizione dei file contenenti le fatture e il relativo invio. Sarà Agenzia delle Entrate, con apposito provvedimento, telematica, che in base a quanto previsto dalla norma dovrà avvenire in base a principi di semplificazione, economicità e minimo aggravio per i contribuenti.

Continua a leggere l'articolo tratto da pmi.it sul numero di Giugno-Luglio de Il Distributore Industriale

Pubblicato il 20 Luglio 2015 - (125 views)
Articoli correlati
«Associarsi a FNDI per fare fronte comune alle sfide del mercato»
FNDI rinnova la Presidenza e gli Organi Direttivi
USAG al fianco di MTS con i professionisti del motorsport
La due giorni promossa da Stahlwille sulle novità della UNI EN ISO 6789:2017
Oliver Jung è il nuovo presidente del CdA di Festo
Ottimi risultati per Stima alla recente edizione di EIMA
Strumento per prove di tenuta impianti
Cuscinetti a rulli conici con 300 varianti dimensionali
Lampade con base magnetica regolabile
Sistemi per il taglio laser
Hardware Forum 2018
Accessori per pneumatica e oleodinamica
Cuscinetti orientabili a rulli schermati
Impianti produttivi efficienti
Cuscinetti e unità lineari lubrificati
Componenti meccanici per l'industria
Consulenza applicativa per utensileria
Maschi per materiali specifici
Utensili a mano multiuso
Sistema di tubi e raccordi
Misuratore per lo stoccaggio delle ceneri
Confermarsi un partner affidabile per l’industria di oggi e del futuro
Elettrovalvola per alto vuoto
Distributore non metallico per sistemi di lubrificazione
Analizzatori di ossigeno per l'ottimizzazione della combustione
Tester elettrici senza contatto
Centesimo anniversario di Parker Hannifin
Multimetro con tecnologia Igm
Gateway Modbus per comunicazioni tra network
Relazioni fra imprese, strumento di competitività